Milo, Maya e il giro del Mondo con pochi euro

Milo, Maya e il giro del Mondo con pochi euro

 Milo, Maya e il giro del mondoMilo, Maya e il giro del Mondo è lo spettacolo presentato al Teatro Arcimboldi di Milano dal 6 al 9 maggio 2015 frutto di una coproduzione di : Teatro Sociale di Como, AsLiCo (ITA); Opéra Royal de Wallonie, Liége (BE); Theater Magdeburg (GER); Opéra de Rouen – Haute Normandie (FRA). Un’opera pensata per far avvicinare i bambini della scuola dell’obbligo all’opera lirica, grande patrimonio della cultura italiana ed europea, per offrire loro uno strumento in più con cui guardare il mondo e cercare di capirlo, per stimolare la loro curiosità e tolleranza. Per la molteplicità dei temi trattati, che vanno dalla multiculturalità, alla differenza di cibi e sapori del mondo, all’ascolto dell’altro, al bullismo e per i registri musicali diversi, l’opera è vincitrice del concorso Opera Expo e ha vinto, il 6 gennaio 2015, il Fedora Rolf-Liebermann Prize, alto riconoscimento conferito a chi si è distinto nel campo della lirica.

Milo e Gian Gianni sono segretamente innamorati di Maya, loro compagna di scuola. Milo è un po’ triste perchè non è “figo” come il rivale, che piace a tutte le ragazze anche per il suo fare da bullo. Aspetta con impazienza il suono della campanella per potere parlare con Maya ed invitarla ad uscire con lui. Ma come fare e soprattutto cosa fare per convincerla, avendo solo pochi euro in tasca? Ecco che la fantasia gli viene in aiuto e propone alla sua coetanea di partire insieme per un viaggio del mondo. I due adolescenti iniziano cosi un giro attraverso i quartieri della loro città e Maya scopre, per la prima volta, altri mondi. La prima tappa è un ristorante marocchino, con un cous-cous fumante che li accoglie insieme ad una fiaba tradizionale. Dopo il Marocco è la volta della Cina, con gli involtini primavera ed una favola tradizionale. Non poteva mancare l’India, il suo pollo Tandoori e le spezie dai mille colori. Il giro del mondo è quasi terminato, manca ancora l’America, con i suoi fast-food. Ma l’arrivo di Gian Gianni e il seguente scontro con Milo, sembrano per un attimo rovinare tutto. Saranno le parole di Maya e quelle del coro che esaltano la forza di un’idea, capace di inventare nuove realtà, a riportare pace e voglia di rimettersi in viaggio.

Info:

Teatro degli Arcimboldi, Viale dell’Innovazione, 20, 20125 Milano
Scheda Spettacolo

Musica di Matteo Franceschini
libretto di Lisa Capaccioli
ed. Casa Ricordi di Milano
Direttore Jacopo Rivani
regia Caroline Leboutte
coproduzione: Teatro Sociale di Como, AsLiCo (ITA); Opéra Royal de Wallonie, Liége (BE); Theater Magdeburg (GER); Opéra de Rouen – Haute Normandie (FRA)
Opera vincitrice del concorso Opera Expo

Raffaella Roversi
11 maggio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook