«Non c’è due senza… te», quella pazza idea d’avere due mariti

«Non c’è due senza… te», quella pazza idea d’avere due mariti

 Non c'è due... senza teMILANO — Fino al 19 aprile il sipario del Teatro Martinitt si apre sulla commedia «Non c’è due senza… te», scritta e diretta da Toni Fornari, con Claudia Campagnola, Marco Morandi, Carlotta Proietti e Matteo Vacca.

Una commedia giovane, fresca e divertente che ruota intorno ad un’idea: «Perché non avere due mariti per essere contente e appagate?». Giorgio, intellettuale e premuroso, per veder soddisfatto il proprio desiderio di sicurezza e stabilità, e Danny, un musicista con la testa fra le nuvole, per essere storditi dai i suoi sogni, dalle sue canzoni e dalle sue poesie.

La bigamia sembrerebbe la soluzione ideale, complice un lavoro, quello di scrittrice, che permette di star lontani da casa senza insospettire il coniuge di turno. Dopotutto, perché rendere felice una sola persona?

Ogni cosa sembra girare nel verso giusto in questo amore diviso tra una dissertazione di matematica ed una canzone abbozzata. Ma il destino aveva in programma di sconvolgere la vita di Maria-Teresa, la protagonista, con una probabile gravidanza che solleva una questione mai affrontata prima, quella cioè del desiderio di un figlio.

Nella loro diversità i due consorti, ignari l’uno dell’altro, reagiscono nella stesso modo, spaventati da un ruolo non atteso. Proprio sulla scia di questo sentimento condiviso accadrà un incontro tra i due mariti che cambierà gli equilibri all’interno di questo triangolo amoroso.

Equivoci e risate da sorseggiare seduti in platea mentre la storia prende corpo, con l’amica-editrice che si ritrova a risolvere maldestramente l’impiccio di dover svelare ai mariti quanto abbiano in comune, ritrovandosi lei stessa coinvolta in un’inaspettata maternità. Ma attenzione a non dar per scontato nulla perché il finale riserva sorprese fino all’ultimo.

Uno spettacolo brioso, a tratti spassoso, che disseta la voglia di star bene. E gli attori calcano il palcoscenico proprio per non deludere questa sete di allegria e spensieratezza, regalandoci una bolla temporale di giocosa leggerezza.

Info e prenotazioni:
TEATRO/CINEMA MARTINITT
Via Pitteri 58, Milano – Tel. 02 36.58.00.10
Orario spettacoli: giovedì e venerdì ore 21, sabato ore 16.30 e ore 21, domenica ore 18.
Biglietteria: lunedì 17.30-20, dal martedì al sabato 10-20, domenica 14-20.
Ingresso: 20 euro, ridotto 16 euro. Abbonamenti a partire da 100 euro per 11 spettacoli.

Paola Mattavelli
10 aprile 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook