«Dell’amore e di altri demoni»: prima nazionale al Teatro Libero di Milano

«Dell’amore e di altri demoni»: prima nazionale al Teatro Libero di Milano

 TEATRO LIBERO IMMAGINEMILANO — Fino al 23 marzo presso il Teatro Libero andrà in scena un nuovo spettacolo diretto e allo stesso tempo interpretato da Corrado Accordino, dal titolo: «Dell’amore di altri demoni» di Gabriel Garcìa Màrquez.

Uno spettacolo-tributo a quasi un anno dalla scomparsa dello scrittore sudamericano, un omaggio al Premio Nobel che mette in scena il suo romanzo in una forma originale e accattivante.

Lo spettacolo restituisce la forza del racconto dell’autore attraverso l’utilizzo della parola, della musica e delle immagini; da questo connubio d’idee è nata la collaborazione con gli animatori di.
MicrofilmStudio (Milano), una collaborazione che crea un insieme d’immagini simboliche utilizzate come una vera e propria scenografia; mentre infatti, Accordino ci racconta la storia della povera protagonista del romanzo, lo spettatore vede proiettata una serie d’immagini in bianco e nero che passano dallo stilizzato al figurativo: musiche, suoni, immagini e parole, per un impatto eccezionale.
Dell’amore e di altri demoni è una storia dove i demoni non sono veri demoni e l’amore non è un vero amore, poiché nella storia niente è quello che è; tutti i personaggi sono apparentemente al posto sbagliato e nella vita della protagonista è tutto ingiusto, è tutto molto triste: una bambina nata per caso e non per amore, non amata sin dalla nascita e accusata di atti demoniaci, riconosciuti in realtà dall’ignoranza di troppe persone.

Il potere provvidenziale che dovrebbe proteggere i deboli in questa storia invece, esercita solo ingiustizia; l’unica effimera speranza della protagonista sarà un barlume d’amore solo momentaneo, del Prete che avrebbe dovuto esorcizzarla.
La storia è ambientata durante l’inquisizione spagnola; dove aleggia la paura per i demoni e credenze popolari; quelle stesse credenze ossessive che porteranno alla morte della giovane protagonista. .
Un racconto dove l’isolamento della ragazzina è dato dall’indifferenza di un padre e dalla malvagità di una madre, che prova solo paura verso la sua stessa figlia; una storia d’inganni e menzogne.
Tutto ha inizio quando la bimba è morsa da un cane, la rabbia trasmessa dall’animale sarà interpretata come un segno del maligno; il regista e protagonista Corrado Accordino afferma: «Si parlerà di uomini e si parlerà d’amore. Amore cieco e amore furioso. Si vedranno i segni della storia di Márquez lasciati nella voce di chi racconta e negli occhi di chi vorrà guardare. Perché le storie non muoiono con gli scrittori, continuano a vivere in chi le sa ascoltare, e si fanno arte in una forma anche inaspettata».
Una lettura di una storia indimenticabile e che riesce a rivivere attraverso la voce dell’attore, le immagini della scenografia, il turbinio dei suoni e perché no, attraverso la nostra immaginazione.

Info:
Teatro Libero, via Savona, 10 Milano.
Date spettacolo: da mercoledì 11 il lunedì 23 marzo 2015.
Orari spettacoli: dal lunedì al sabato ore 21.00 | domenica ore 16.00
Info e prenotazioni:
http://www.teatrolibero.it/

Lucia Arezzo
13 marzo 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook