Al Teatro Vascello di Roma la “Trilogia dell’attesa”

Al Teatro Vascello di Roma la “Trilogia dell’attesa”

TRILOGIA bisDal 27 Gennaio all’1 Febbraio il palco romano del Vascello ospiterà, in onore al maestro Nikolaj Karpov, la Trilogia dell’attesa, per la regia di Fabiana Iacozzilli.

I tre spettacoli in programma sono dedicati alla nuova generazione di giovani adulti, la cosiddetta generazione Y, che si affaccia ad un realtà in cui non trova alcun punto di riferimento e per questo tende ad essere insicura, instabile e incerta sulle decisioni per il futuro. I giovani faticano a trovare il loro posto nella vita e per questo preferiscono non agire, attendere passivamente che la situazione si ribalti, che qualcuno arrivi a salvarli.

È a questa generazione orfana e abbandonata che si rivolgono i tre spettacoli in programma, che il Teatro Vascello propone in collaborazione con la compagnia teatrale romana LaFabbrica, nata nel 2008 e protagonista di molti successi –fra cui la recente vittoria al Play Festival 2013- che l’hanno portata a lavorare anche negli Stati Uniti e in Francia.

Passiamo ora ad una breve rassegna delle pièces che comporranno la rassegna. Aspettando Nil, con Elisa Bongiovanni e Giada Parlanti, ha vinto moltissimi premi fra cui nel 2010 l’ Undergroundzero Festival a New York e, in Italia, il Play Festival nel 2013.
Intelligente ed ironico omaggio a Samuel Beckett, lo spettacolo racconta la giornata di due anziane signore che aspettano un uomo. L’uomo arriverà solo quando le due vecchiette avranno finito di prepararsi, ma vi riusciranno mai? L’uomo che le due donne attendono si farà vivo?  Il tempo vuoto speso nell’aspettare si farà rivelatore di contraddizioni a cui nessuno può sfuggire. Lo spettacolo Quando saremo GRANDI! vinse nel 2009 il concorso “Teatri Abitati” e nel 2012 è stato finalista al Festival Argot Off.

L’idea di Fabiana Iacozzilli e Linda Dalisi prende corpo grazie a Simone Barraco, Francesco Zecca e Ramona Nardò.  Ad attendere questa volta sono tre bambini decrepiti che, suonata la campanella, non vedono l’ora che la mamma li venga a prendere. I bambini aspettano con tutta la loro forza, ma la mamma è in ritardo e la speranza dei tre fratelli si affievolisce sempre di più col passare del tempo. La paura di essere abbandonati, è qualcosa di cui si fa continuamente esperienza, e il dolore per la possibile perdita si fa ancora più acuto quando chi ci lascia soli è la persona che più amiamo al mondo. Cosa è successo alla mamma? Starà facendo attendere i bambini come punizione per un capriccio oppure li avrà dimenticati?

Infine, la collaborazione del Goethe Institut, Forte Fanfulla, Casa della Pace e Kilowatt Festival hanno permesso la realizzazione di Hansel e Gretel. Il giorno dopo. Elisa Bongiovanni, Marta Meneghetti e Giada Parlanti sono di scena in questa brillante rivisitazione della classica fiaba.

Sulla scena vediamo un uomo e una donna obesi, il cui peso ha piegato le sedioline su cui riposano. Ai loro piedi i resti di una casetta di marzapane che per anni e anni li ha nutriti fino a farli entrare a malapena nei loro vestitini. In sottofondo la vecchia strega sconfitta prega i due fratelli di mettere fine alle sue sofferenze, ma i due non faranno nulla. Stanno aspettando. Dopo anni attendono ancora che, al tramonto, il padre ritorni per salvarli e per mettere fine alla loro storia.

Informazioni:
Il trittico durerà 150 minuti, compresi due intervalli.
Prezzi: 15€ posto unico – 10€ solo per gruppi di almeno 10 persone
065881021 – 065898031
Teatro Vascello Via Giacinto Carini 78
Cap 00152 Monteverde Roma
www.teatrovascello.it

Valeria Campisi
25 gennaio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook