“Oblivion.Zip”, il 21 gennaio gli Oblivion “calano la zip” sul palco del Salone Margherita

“Oblivion.Zip”, il 21 gennaio gli Oblivion “calano la zip” sul palco del Salone Margherita

oblivion zipIl 21 gennaio, al Salone Margherita, saranno in scena gli Oblivion con il loro spettacolo dal titolo “Oblivion.Zip”.
Sono uno dei gruppi musico-teatrali più in voga nei teatri romani. Resi noti dal loro video lanciato su youtube nel 2009, dal titolo “I Promessi Sposi in 10 minuti”, il quintetto formato da : Grazia Borciani, DavideCalabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda e Fabio Vagnarelli, porterà l’archivio compresso e portatile di “Oblivion.Zip” sul palco del Salone Margherita, con un repertorio sconfinato di musica e citazioni. Ai 5 si affiancherà un sesto interprete ignaro, il pubblico, come risorsa fondamentale dello show. Ad inizio spettacolo, infatti, ad ogni spettatore sarà chiesto di lasciare il nome del proprio cantante preferito nelle mani del quintetto. L’imprevedibilità verrà trasformata in spettacolo, diventando il punto di forza grazie al quale il quintetto concierà per le feste i big della musica sfruttando il loro infinito repertorio. Uno spettacolo sempre diverso, ad ogni replica, con una scaletta che si rinnova e si compone secondo i gusti e i suggerimenti del pubblico. Un’improvvisazione sempre nuova tra musica e teatro dove cade per la prima volta quarta parete e il rapporto col pubblico diventa finalmente reale. Un fenomeno, quello degli Oblivion, che ad oggi conta più di 3 milioni di utenti su youtube, oltre 200 repliche a teatro per il loro spettacolo “Oblivion Schow”, li ha resi ospiti fissi nel programma di Serena Dandini dal titolo “Parla con me” e ha concesso a questo fenomenale quintetto di essere, nel 2011, per cinque puntate ospiti fissi sul palco di Zelig.
Una scelta più che azzeccata da parte del nuovo Patron del Salone Margherita, Nevio Schiavone, e del suo team composto dal direttore artistico Enzo Iacchetti e dal collaboratore artistico Demo Mura, che sicuramente grazie alla sua varietà non deluderà le aspettative.

Federico Perruolo
19 gennaio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook