Un servo per due: ultime repliche al Manzoni di Milano, fino al 31 dicembre

Un servo per due: ultime repliche al Manzoni di Milano, fino al 31 dicembre

Uno spettacolo unico da non perdere: musica dal vivo e interazione con il pubblico.

Goldoni-servo-per-dueL’attore e regista Pierfrancesco Favino è il protagonista dello spettacolo Servo per due, ispirato alla pièce di Goldoni, che ha debuttato il 9 dicembre al Teatro Manzoni di Milano e, sera dopo sera, un folto pubblico lo applaudisce.

Servo per due, nasce sul successo che da tre anni sbanca i botteghini del National Theatre di Londra, con lo spettacolo di Richard Bean, con un adattamento de Il servitore dei due padroni di Carlo Goldoni ambientandolo a Brighton negli anni ’60 e lo intitola One Man, Two Guvnors. Ora la versione italiana torna per la seconda stagione consecutiva sulla scena teatrale italiana, riuscendo a divertire con la stessa intensità con la sua rivisitazione della commedia di Carlo Goldoni arricchita dal swing di due straordinari musicisti che sono spettacolo nello spettacolo.

Un servo per due, dopo una breve pausa natalizia del 24 e 25 dicembre, replicherà fino al 31 dicembre, portando in scena una trasposizione intelligente, a tratti esilarante, de Il servitore di due padroni di Goldoni, ambientata in una Rimini degli anni ’30.

La capacità attoriale di Pierfrancesco Favino è sorprendente, così come è impeccabile e azzeccata la sua regia che ha inserito elementi comici della commedia, miscelandoli con un equilibrio perfetto con le atmosfere del varietà dell’avanspettacolo, in cui viene riproposto fedelmente quel preciso periodo storico.

pippo-un servo per duePippo, interpretato da Pierfrancesco Favino, è senza lavoro e non ha soldi per mangiare, ma lui ossessionato dalla fame, quindi si mette alla ricerca di un lavoro e, pur di mangiare è disposto a tutto, così finisce per diventare servitore di due padroni, che sono Rocco, interpretato da Fabrizia Sacchi e Ludovico, interpretato da Thomas Trabacchi.

Un doppio lavoro, un doppio salario, ma soprattutto doppi pasti, ma inevitabilmente anche tanti equivoci ed è costretto a mettere in atto continui espedienti per non farsi scoprire. I suoi due padroni si rivelano essere nel corso delle alterne vicende due veri malfattori e ad un ritmo piacevole e divertentissimo si susseguono continui i colpi di scena. Riuscirà Pippo a vincere la sfida con se stesso e soddisfare la sua fame e conquistare la dona di cui è innamorato?

Lo spettacolo vuole essere una riflessione, in chiave moderna del classico goldoniano che in questa versione italiana riadattata si presenta come una commedia comica, con attori che cadono dalle scale, che sbattono le porte, che fanno battute a doppio senso e interagiscono con il pubblico, facendo di Un servo per due, innegabilmente è uno spettacolo divertente, come lo confermano i risultati del successo di pubblico, pertanto lo si consiglia fortemente per queste feste da passare all’insegna dell’allegria.

pierfrancesco FavinoIl suo successo è dovuto, indubbiamente, oltre che ai testi, alla perfetta interpretazione di attori dal provato valore artistico, che costituiscono il gruppo Danny Rose, tra cui spicca appunto Pierfrancesco Favino, nella tripla veste di protagonista, co-regista e co-autore. Poi nondimeno il grande impatto in scena delle musiche live eseguite dall’orchestra Musica da Ripostiglio che ripropone brani con arraggiamenti originali delle classiche canzonette dei primi decenni del secolo scorso, quali Mille lire al mese e Il pinguino innamorato, ma si ascolteranno anche brani originali scritti per questo spettacolo.

Nelle quasi tre ore di spettacolo avviene diverse volte una interazione con il pubblico che diventa in taluni momenti, diventa parte integrante dello spettacolo stesso e, a sorpresa, viene invitato a salire sul palco. Poi grazie alla bravura di Pierfrancesco Favino, che riesce ad adattare estemporanee battute ad ed imprevedibili interventi, il pubblico si scalda e si diverte continuando a ridere e sorridere ininterrottamente, fino ad esplodere in applausi spontanei a scena aperta.

Il cast dello spettacolo è formato da ventuno attori del Gruppo Danny Rose: Bruno Armando, Gianluca Bazzoli, Haydée Borelli, Claudio Castrogiovanni, Pierluigi Cicchetti, Ugo Dighero, Pierfrancesco Favino, Stefano Pesce, Marina Remi, Diego Ribon, Chiara Tomarelli, Thomas Trabacchi, Valentina Valsania, che si alternano nei 13 ruoli durante tutta la tournée ad eccezione di Pierfrancesco Favino, Bruno Armando, Gianluca Bazzoli, Ugo Dighero e Diego Ribon che sono sempre presenti.

Sebastiano Di Mauro
23 dicembre 2014

INFO:
Teatro Manzoni – Via Manzoni, 42
www.teatromanzoni it

Orari
29-30-31 dicembre: fuori abbonamento
Martedì – sabato: ore 20.45
Domenica: ore 15.30
Venerdì 26 dicembre: ore 16.30
Mercoledì 31 dicembre: ore 20.30

durata: 180 minuti

Prezzi
Poltronissima: 32,00 + 3,00*
Poltronissima (sab-dom) : 35,00 + 3,00*
Poltrona: 21,00 + 2,00*
Poltrona (sab-dom): 23,00 + 2,00*
Poltronissima over 60: 28,00 + 3,00*

Prezzi speciali nel giorno di San Silvestro.

* diritti di prevendita

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook