Piccole Catastrofi, di Paolo Nani al Filodrammatici

Piccole Catastrofi, di Paolo Nani al Filodrammatici

Piccole-Catastrofi-di-Paolo-NaniLa sorprendente creatività di Paolo Nani torna sul palco del Teatro dei Filodrammatici con “Piccole catastrofi” e rimarrà in scena fino al 19 dicembre. Il grande comico internazionale cattura ancora una volta l’attenzione dell’intero pubblico suscitando tanto divertimento.

Con grande abilità e maestria racconta, vivendole in prima persona, qualsiasi tipo di disgrazia che può accadere durante uno spettacolo teatrale dove i personaggi possono solo improvvisare e mantenere la scena come se non fosse successo nulla ma non possono di certo prevenire le “catastrofi”.

Un susseguirsi di gesti, movimenti, sguardi, studiati nel dettaglio che raccontano la storia di un solo uomo ostacolato da eventi inaspettati. Vittima di disavventure e piccoli incidenti il nostro attore trasmette l’impossibilità dell’uomo di opporsi a tutto ciò, di come la vita è inaspettata e di come di fronte ad imprevisti l’uomo senta la sua impotenza. Ma il teatro è ben diverso. Ogni cosa è studiata, programmata e controllata.

Ed è proprio il totale controllo della scena che fa da sfondo ad una realtà ben diversa. Un connubio tra realtà e finzione fa riflettere con toni scherzosi e comici. L’artista internazionale ripropone un pezzo di scioccante bravura coinvolgendo la platea per tutta la durata dello show.

Voci fuori campo, caduta di oggetti in scena, audio saltellante e fastidioso e lui, il personaggio, attento a far tornare tutto alla normalità con semplici movimenti e passaggi senza dover ricominciare tutto da capo. Ma nel momento in cui l’essere umano percepisce la sconfitta non gli resta atro che danzare. Una danza continua, incessante, incontrollabile. E intorno a lui tutto si è trasformato in una vera e propria catastrofe.

Francesca Febbo
13 dicembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook