“Dirty Dancing”, sul palco del Nazionale, racconta un cult intramontabile fino al 28 dicembre. Non perdetevelo!

“Dirty Dancing”, sul palco del Nazionale, racconta un cult intramontabile fino al 28 dicembre. Non perdetevelo!

Da vedere la nostra videointervista esclusiva al suo protagonista Gabrio Gentilini.

dirty_gabrio_saraDirty Dancing – The Classic Story On Stage” vuole essere la trasposizione teatrale dell’omonimo film che racconta l’incontro tra la giovane Baby Houseman ed il seducente maestro di ballo Johnny Castle, che si svolge nel lussuoso resort per famiglie “Da Kellerman”.

Prodotto in Italia da Wizard Productions, ha debuttato al Barclays Teatro Nazionale di Milano il 9 ottobre,  e rimarrà in scena  fino al 28 dicembre 2014.

Sul palco, un eccezionale cast di 23 artisti, guidati dai due protagonisti Sara Santostasi (Frances “Baby” Houseman) e Gabrio Gentilini (Johnny Castle). A dare peso e valore si aggiunge un’orchestra di otto elementi che suona ogni sera dal vivo le celebri musiche dello spettacolo: “(I’ve Had) The Time Of My Life”, vincitrice di un Premio Oscar e di un Golden Globe. Poi le hit internazionali come “Hungry Eyes”, “Do You Love Me?” e “Hey! Baby”.

In quanto al cast, come già detto eccezionale, non potendoli citare tutti, una segnalazione particolare va a Giuseppe Verzicco, leggi qui  che conosciamo per averlo visto nel ruolo di Robbie Gould e cover di Johnny Castle: A suo attivo Giuseppe vanta una collaudata esperienza teatrale in spettacoli come “7 Spose per 7 Fratelli” nel ruolo di Beniamino,“My Fair Lady” con il ruolo di Freddy Eynsford-Hill, “La Febbre del Sabato Sera” con il ruolo di Joey e cover Tony Manero e tanto altro.

dirty_gabrio_sara2Dirty Dancing, forse non sarà esattamente quello che il pubblico si aspettava, perchè condizionato dalla pellicola ed al fascino di Patrick Swayze, che tanto successo ha avuto tra le giovani generazioni dell’epoca e non solo, ma diventa difficile dire che non sia piaciuto se durante questo periodo di quasi due mesi di replica, si considerano i numeri realizzati: 75.000 biglietti venduti, 8 repliche settimanali (aggiornamemto al 6 novembre).

Numeri di questa portata non possono che determinare un sicuro successo di questo spettacolo, non fosse altro che per la vendita dei biglietti.

Chi va a vedere uno spettacolo ad occhi chiusi, senza chiedere agli amici senza informarsi sul web di cosa va a vedere?

Forse non saranno tutti critici teatrali, ma ritengo che il buongusto appartiene al pubblico più di quanto immaginiamo.

Il mondo dello spettacolo è pieno di esempi di artisti o canzoni e spettacoli talvolta tacciati per insignificanti o pessimi dalla critica, ma che invece il pubblico ha applaudito e acclamato decretandone il successo, cosa che poi viene recepita a posteriori come dato di fatto.

Dirty Dancing ancora oggi, come al tempo del film rappresenta un fenomeno più che mai attuale, e anche nella versione teatrale in scena al Nazionale sa ben coinvolgere il pubblico.

Debbo ammettere che ho avuto tanti dubbi nell’averlo visto la prima volta e questo è legittimo, perchè solo gli stupidi non ne hanno. Però poi, diverse sere mi sono autoimposto di osservare il pubblico in uscita dal teatro ed origliare i commenti, questo è bastato per convincermi che la versione teatrale di Dirty Dancing aveva raggiunto il cuore del pubblico, era riuscito a dare il suo messaggio attraverso la magia di quelle vibrazioni che dal palco raggiungono la platea.

Condensando le affermazioni si possono citare farsi come “Spettacolo meraviglioso… e come fare un tuffo nell’adolescenza… viene una gran voglia di salire sul palco e ballare. Oppure, i meno loquaci, affermavano semplicemente “fantastico!”

Questo, sono convinto è sufficiente a dimostrare che è un buon prodotto teatrale, sicuramente ancora non perfetto ma perfettibile.

Gabrio-Gentilini-Sara-Santostasi-Eleanor-BergsteinLa signora Eleanor Bergstein, autrice della versione cinematografica ed anche di quella teatrale, nel presentare alla stampa questo spettacolo era visibilmente emozionata e nella sua memoria affioravano tutti i ricordi della giovane donna, che proprio qui in Italia ha fatto delle belle e profonde esperienze, che ancora oggi la emozionano. Lei è talmente convinta che la danza abbia un grande potere sull’amore da affermare: “In tutti noi si nasconde un ballerino, questa è la storia di Baby”.

Stringendo il focus arrivo a Gabrio Gentilini, Johnny Castle, di cui sotto potete vedere la nostra video intervista, il quale assolve egregiamente il suo compito in scena, senza per forza essere il migliore ballerino. In lui però c’è qualcosa che rende umana la sua figura di bravo ragazzo, prestata alla danza, leggi qui

L’eccezionalità di questo performer va oltre quello che gli occhi possono vedere, ma che è invece possibile vedere solo con gli occhi del cuore, che fanno di lui un grande, un eccelso personaggio.

Gabrio-gentilini1La sua umiltà costituisce la sua vera grandezza, che lo rende capace di considerare quanta fortuna ha avuto per occupare quel posto. Lui con determinazione ha raggiunto un sogno e ne è cosciente, ma lo fa rimanere con i piedi per terra, non lo fa gonfiare di orgoglio, come spesso, purtroppo succede a troppi personaggi dello spettacolo. Questa è la statura della sua grandezza, che vale molto più di tecniche perfette, corpi aggraziati, movimenti sincronizzati...tutte bazzecole!

Questo è quello che lo rende credibile sia a chi lo ha scelto per questo ruolo, che a chi va ad apprezzarlo in teatro.

Gli dei dell’Olimpo son caduti tutti ad uno ad uno, ma là è ancora rimasto il dio Ego, che lotta nell’eterna competizione dell’affermazione del se. Gabrio è riuscito a passare oltre quel confine che trascende la sua icona sexy. Questo il pubblico lo sente.

Fa molto bene Gabrio a proteggere questo suo livello raggiunto con grande fatica.

Sebastiano Di Mauro
29 novembre 2014

INFORMAZIONI E PREZZI
PREZZI (da €.76 a €.21)

ORARI
Da martedì a venerdì ore 20,45

Sabato ore 15,00 e ore 20,45

Domenica ore 15,00 e ore 19,00

INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO

Info: www.dirtydancingmilano.it

Prevendite: www.ticketone.it

Barclays Teatro Nazionale:
Via Giordano Rota 1 20149 Milano – ex Piazza Piemonte 12
Biglietteria: orario 14.00-19.00 da martedì a domenica.
Tel. 02 00640888 orario 15.00 – 19.00 da martedì a sabato
Ufficio gruppi: tel. +39 02 00640835 – fax +39 02 00620790
Mail: [email protected]  – www.teatronazionale.it

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook