Il Giardino dei ciliegi, nella versione di Benedetto Sicca, convince il pubblico del Filodrammatici

Il Giardino dei ciliegi, nella versione di Benedetto Sicca, convince il pubblico del Filodrammatici

Giardino-dei-ciliegi-al-FilodrammaticiOggi si è tenuta l’ultima replica al Teatro Filodrammatici di Milano, de Il giardino dei ciliegi, debuttato giovedì 23 ottobre 2014, che ha registrato sera, dopo sera un grande successo di pubblico.

Lo spettacolo è prodotto da Teatro Ma/Ludvig in collaborazione con Teatro Filodrammatici, e si ispira al classico di Anton Cechov, con Riccardo Buffonini, Sonia Maria Teresa Burgarello, Sara Drago, Mauro Lamantia, Giancarlo Latina, Luigi Maria Rausa, Beppe Salmetti, Carla Stara e la regia Benedetto Sicca

Quest’opera è forse una delle più belle narrazioni di Cechov, divenute opere delle opere teatrali. Cechov, nato nel 1902, narra la vicenda di Ljubov’ Andreevna Ranevskaja e della sua famiglia, dipingendo la crisi della società del suo tempo, dove tramontava una classe sociale, mentre se ne affermava un’altra, ma soprattutto cambiava la mentalità e si delineava un nuovo sistema di valori. Vengono così passate in rassegna tutte le condizioni umane, dalla frustrazione al sacrificio, alla sofferenza del mutamento e infine il perenne interrogativo sul senso ultimo delle cose.

Per nulla noiosa la messa in scena di Sicca, grazie all’ottima resa scenica degli attori dell’Associazione Culturale Teatro,  ne da una caratterizzazione particolare tanto che, senza costumi di scena li ritroviamo a recitare in mezzo ad un pubblico, coinvolgendolo emotivamente e focalizzando ad hoc la drammaticità degli eventi, fino a condurlo con naturalezza a riflettere sui grandi valori, quali la Vita l’Amore, la Felicità.

Sebastiano Di Mauro
2 novembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook