Teatro dei Conciatori: I conigli non hanno le ali

conigli_non_hanno_aliDal 23 al 5 Ottobre 2014 il Teatro dei Conciatori di Roma vedrà in scena I conigli non hanno le ali, scritto e diretto da Paolo Civati, con le musiche di Valerio Camporini Faggioni.

Francesca Ciocchetti e Tommaso Cardarelli danno vita ad un dramma psicologico estremamente intenso e dalle mille interpretazioni. Uno spettacolo completo che fa sorridere e commuovere.

L’originale trama racconta la storia di un bambino che getta il suo coniglietto -vivo- dalla finestra dopo avergli infilato un paio di mutande di superman. La sorellina guarda.

In scena solo dei fasci di luce ad illuminare dei bicchieri che lentamente si colmano d’acqua. Il rumore del gocciolio accompagna tutta la rappresentazione, quasi a simboleggiare lo scorrere del tempo ma anche la violenza, come questa possa nascere nell’ uomo silenziosamente, impercettibilmente, fino ad esplodere in maniera improvvisa. Il vuoto, il buio che circonda gli attori è riempito di immagini, colori e suggestioni che non è facile evocare.

Al centro della vicenda ci sono Richard e Marianne, una giovane coppia americana che cerca -e a tratti sembra evitare-, una soluzione che possa arginare il comportamento violento e distruttivo del figlio.
I genitori sembrano essere profondamente coinvolti, tanto per la giustificazione delle azioni di Lucas, che secondo Marianne dimostra solo la sua attitudine da “leader”, quanto per l’ira di Richard.

Ripercorrendo la storia dei genitori dagli inizi del loro rapporto – i flashback sono meravigliosamente segnalati da sapienti cambi di luce – non si può fare a meno di chiedersi quale sia il loro coinvolgimento nella “malattia” del piccolo Lucas. Possono loro essere additati come colpevoli?

Il rapporto di Richard e Marianne è fatto di piccole violenze verbali e fisiche, frustrazioni, incomprensioni, ossessioni per il loro futuro e quello dei loro figli.

Impossibile giudicare qualunque personaggio; impossibile comprendere fino in fondo dove finiscono le responsabilità dell’uno e inizino quelle dell’altro. L’ironia, i momenti più leggeri non mancano di strappare un sorriso o una risata allo spettatore, senza però riuscire fino in fondo a ridimensionare la generale sensazione di angoscia e inquietudine. Richard e Marianne si sforzano di stare insieme perché «Ormai è così», la comunicazione è fatta di frasi urlate in cui tutti i risentimenti passati tornano a galla con forza sempre rinnovata.

I conigli non hanno le ali è un viaggio immaginario ispirato alle pellicole di Cassavantes e Allen, dai romanzi di Franzen e Yates. Uno spettacolo in costante equilibrio fra il realistico e il surreale che lascia aperte molte domande a cui forse è impossibile trovare una risposta.

di Valeria Campisi
27 settembre 2014

INFO:
TEATRO DEI CONCIATORI – Via dei conciatori, 5 – 00154 ROMA
Tel. 06.45448982 – 06.45470031 – [email protected]
TIPOLOGIA BIGLIETTI
Intero € 18,00 – Ridotto € 13,00 – Ridotto € 10,00
ORARIO SPETTACOLI:
dal Martedì al Sabato ore 21,00 domenica ore 18,00

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook