Lo Straniero, un’intervista impossibile

Lo Straniero, un’intervista impossibile

Lo-stranierio-giffuni-Teatro-ParentiPartendo dal romando principale dell’esistenzialismo è stata presentata al Teatro Parenti di Milano un’opera che sviluppa il suo sguardo sull’assurdità del destino.

Costatato che qualunque scelta diventa inadeguata il personaggio si scopre straniero alla crudeltà della vita; Fabrizio Gifuni diventa quindi l’assurdo eroe dell’Étranger Meursault.

L’Étranger è stato prodotto dal Circolo dei lettori di Torino, debuttando a settembre 2014 al Teatro Carignano, e con due splendide serate di sold out al Teatro Parenti di Milano.

La trama: travolto da una serie di luci, vestito con un abito bianco Gifuni interpreta Meursault: il protagonista del romanzo che, in un’assolata Algeria d’inizio anni ’40, vive con distacco la morte della madre e tutti gli eventi che si succedono: la relazione amorosa con la compagna Marie, l’omicidio di un uomo sulla spiaggia, l’arresto, il processo e la definitiva condanna a morte.

Pessimismo e angoscia si succedono velati da una maschera d’indifferenza totale: «Per me era lo stesso» Meursault ripete spesso.

Gifuni afferma: «Sfruttando la formidabile costruzione di questo magnifico romanzo tutto in prima abbiamo cercato di immaginare che Meursault venisse oggi davanti a un microfono a raccontare la sua storia. E questo spiega il titolo “Lo straniero, un’intervista impossibile”. Rispetto ad altri miei lavori di matrice letteraria, qui c’è una maggiore di adesione al personaggio: ogni sera cerco di sprofondare all’interno di questo misterioso Meursault che è diventato uno dei grandi paradigmi della letteratura di tutti i tempi».

Il romanzo è stato semplicemente ridotto per essere di una lunghezza adeguata all’ascolto, ma non è stato riscritto per il Teatro; parallelamente alle parole ci sono in scena interventi sonori di G.U.P. Alcaro, che mixa brani ispirati alla storia.

Il testo è stato presentato al Teatro Parenti di Milano solo per due magiche serate, il 2 e 3 luglio 2014, ma confidiamo che torni presto in scena nei teatri milanesi: una splendida interpretazione, una magica e poetica storia per un successo assicurato.

Lucia Arezzo
5 luglio 2014

Info:
LO STRANIERO, UN’ INTERVISTA IMPOSSIBILE
Reading tratto da L’Etranger di Albert Camus
Con Fabrizio Gifuni
suoni G.U.P. Alcaro
costumi Roberta Vacchetti
riduzione letteraria Luca Ragagnin
regia Roberta Lena
produzione il Circolo dei Lettori.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook