Dal 5 al 15 giugno Aterballetto al Piccolo Teatro Strehler di Milano

Dal 5 al 15 giugno Aterballetto al Piccolo Teatro Strehler di Milano

Wam-arteballetto-teatro-piccolo-MilanoIl Piccolo – Teatro d’Europa e la Fondazione Nazionale della Danza promuovono, per il terzo anno consecutivo, la residenza di Aterballetto (direttore artistico Cristina Bozzolini) al Teatro Strehler di Milano. La prima compagnia italiana di balletto contemporaneo d’impronta europea indipendente, torna ad animare il finale di stagione di uno dei più importanti teatri stabili italiani con tre differenti programmi, di cui uno dedicato alla Nuova Danza Italiana. E’ l’occasione per presentare il lavoro di ricerca sulla danza contemporanea e il contributo che gli autori stanno apportando a questa indagine coreografica, nella loro volontà di esplorare le diverse espressioni del linguaggio coreografico contemporaneo.

Nove coreografie in otto giorni vedranno esibirsi sul palcoscenico del Teatro Strehler i versatili danzatori di Aterballetto. Il fitto programma si apre, dal 5 all’8 giugno, con due coreografie di Mauro Bigonzetti su musiche di Mozart (WAM) e della tradizione popolare del Sud Italia (Cantata).

Dal 12 al 15 giugno, va in scena un trittico composto da Don Q di Eugenio Scigliano, Vertigo di Mauro Bigonzetti e Rain Dogs dello svedese Johan Inger, coreografo del NDT. Infine, la sera di domenica 15 giugno sarà dedicata alla nuova coreografia con quattro proposte per conoscere i linguaggi e le espressioni della danza contemporanea italiana, Tempesta/The Spirits di Cristina Rizzo, Games di Saul Daniele Ardillo, Nude Anime di Valerio Longo e Spring di Philippe Kratz.

Aterballetto è stata fondata a Reggio Emilia da Vittorio Biagi nel 1979, con l’Orchestra dell’ATER e la Compagnia di Prosa Emilia-Romagna Teatro. La compagnia è formata da danzatori solisti in grado di affrontare tutti gli stili. Dal 2008 al 2012 il ruolo di Coreografo principale è stato assunto da Mauro Bigonzetti, il quale ha saputo rinnovare l’identità artistica della Compagnia dandole una visibilità internazionale, mentre la Direzione artistica è stata affidata a Cristina Bozzolini, già prima ballerina stabile del Maggio Musicale Fiorentino. Aterballetto si impegna a sostenere e sviluppare l’arte della coreografia e il linguaggio assoluto della danza, intesa come dinamica e forma nello spazio, incarnazione di risonanze espressive ed estetiche, dialettica con la musica. La ricerca parte dal corpo “disciplinato”, forte della tecnica di base – il balletto -, per esplorare tutte le potenzialità del movimento e della dinamica nell’espressione della realtà contemporanea attraverso l’immaginario degli autori.

L’importante rassegna permette al grande pubblico di conoscere i risultati fin qui raggiunti da Aterballetto. Un’esperienza unica e originale per tutti, per il coreografo, gli interpreti e gli spettatori.

Eleonora Franzoni
3 giugno 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook