Al Teatro dell’Orologio “Romeo and Juliet post scriptum”, l’opera dell’autrice svedese Annika Nyman in scena fino al 1 giugno

Al Teatro dell’Orologio “Romeo and Juliet post scriptum”, l’opera dell’autrice svedese Annika Nyman in scena fino al 1 giugno

Teatro-dell'Orologio-Romeo-and-Juliet-di- Annika-NymanSarà in scena al Teatro Dell’Orologio fino al 1 giugno “Romeo and Juliet post scriptum“. Lo spettacolo di Annika Nyman,  messo già in scena in lingua originale al Festival dei due Mondi di Spoleto nel 2013, sarà proposto in italiano per la prima volta con la regia e la traduzione di Georgia Lepore.

Non è la solita rivisitazione della tragedia di Shakespeare, in questa versione dell’autrice svedese, i due innamorati sono rappresentati di fronte al fatto compiuto dell’uccisione di Paride per mano di Romeo finalmente insieme costretti ad affrontare le conseguenze del loro gesto e del loro amore. Romeo e Giulietta devono fuggire, ma in questa condizione per la prima volta hanno la possibilità di conoscersi veramente andando a scavare nel profondo l’uno dell’altra, poichè come sostiene l’autrice: “Romeo e Giulietta non hanno molte scene in comune: non si conoscono mai per davvero, ma esistono nelle reciproche fantasie, artefatti sognanti, promesse di salvezza.

Una scena molto semplice, che vede i due attori soli sul palco legati da una corda che va a simboleggiare il legame che in ogni momento ed in ogni stato d’animo è presente e costante nei due innamorati. Senza l’ausilio di oggetti di scena e scenografie i due attori attraverso una forte interpretazione ed un testo serrato e avvincente coinvolgeranno al meglio lo spettatore, esprimendo al meglio gli stati d’animo dei protagonisti. Il distacco ironico della parodia si alterna alle tinte fosche della situazione in cui si trovano i due giovani, in questo clima di tragicommedia dove i giochi ed i destini dei due innamorati sono aperti più che mai.

Federico Perruolo
29 maggio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook