“Boeing Boeing”al Teatro Manzoni di Milano, con la regia di Mark Schneider

“Boeing Boeing”al Teatro Manzoni di Milano, con la regia di Mark Schneider

boeingboeing-castBoeing boeing ha debuttato lo scorso 20 febbraio e rimarrà in scena” fino al 9 marzo, sul palco del Teatro Manzoni di Milano, da sempre sinonimo di grande teatro.

La commedia, di Marc Camoletti, una delle più rappresentate al mondo, fu un grande successo teatrale negli 60, tanto da avere una trasposizione cinematografica con Jerry Lewis e Tony Curtis, divenendo così nota al grande pubblico.

Tornata alla ribalta, dopo anni di oblio, fu messa in scena nel 2007, con un restyling curato da uno dei più rappresentativi e giovani registi europei, Matthew Warchus, che ne fece un successo sorprendente, meritando una serie di premi e apprezzamenti dalla critica.

ramazzotti-reggio-guidiOra nella versione italiana, presentata da Associazione Culturale Artu’ in coproduzione con Ente Teatro Cronaca sas e diretta da Mark Schneider, sulla regia originale di Warchus, con l’allestimento scenico originale di Sonia Friedman, sono stati chiamati grandi interpreti come Gianluca Guidi e Gianluca Ramazzotti, e poi con loro sul palco anche Ariella Reggio, nei panni della colf francese del protagonista, e Barbara Snellenburg, Sonja Bader e Marjo Berasategui, nel ruolo delle hostess ne è stato fatto un prodotto di qualità, che si basa sull’allestimento originale londinese.

La commedia è ambientata negli anni 60 a Parigi e Bernardo, un architetto italiano di successo, si destreggia con tre fidanzate straniere che fanno le hostess per 3 diverse compagnie aeree: la l’americana Gloria, che lavora per la TWA, la spagnola, Gabriela, che lavora per l’Iberia e la fidanzata tedesca, Greta, che invce lavora per la Lufthansa.

Bernardo per poter aver un menage con le tre donne è costretto a controllare scrupolosamente gli orari delle loro compagnie, per evitare che si incontrino con le conseguenze immaginabili.

In questo difficile compito è coadiuvato, dalla sua governante Berta, che non proprio con piacere è costretta a cambiare menu e arredamento della camera da letto a seconda dell’ospite di turno.

boeing-castBernardo ad ognuna di loro è riuscito a far credere che lei è l’unico vero amore della sua vita. Nel frattempo arriva dall’Italia un suo vecchio compagno di scuola e Bernardo, con orgoglio spiega a Roberto, la sua complicata tabella di marcia, apparentememte perfetta. Ma un’innovazione nella tecnologia di un nuovo Boeing più veloce, sconvolge tutto il calendario e così si innescano delle divertenti gag, che faranno passare allo spettatore 2 ore di puro divertimento.

Nella conferenza stampa di presentazione dello spettacolo, Gianluca Ramazzotti, che non è solo interprete ma anche produttore dice: “Non ero un grande amante di questa commedia, perchè la trovavo un po’ datata, come qualcosa che viene messa sullo scaffale. Poi sono andato a Londra e ho visto, per caso, la nuova versione di Matthew Warchus e ho cambiato idea”

Gli fa eco Gianluca Guidi che ribadisce : “Siamo in giro con questo spettacolo ormai da due anni e devo dire che le cose stanno andando bene. Penso che in un momento come questo, chi spende 30/35 euro per andare a teatro, che moltiplicato per due o tre fa una bella cifra, è costretto ad aspettare un po’ prima di rifarlo, quindi deve essere anche stimolato a farlo, per vedere qualcosa che vale e che lo faccia uscire felice. Io spero che questo accada con noi”.

Lo spettacolo ha un ritmo veloce e scorre con grande piacevolezza, regalando al pubblico momenti di spensieratezza di cui tutti abbiamo bisogno nel periodo di crisi che sta caratterizza questo nostro momento storico-sociale.

Gianluca Guidi e Gianluca Ramazzotti in scena si complementano nella loro scoppiettante comicità, confermando le indiscusse doti artistiche. Di grande piacevolezza la presenza in scena di Ariella Reggio, conosciuta dal grande pubblico per la fiction Tutti pazzi per Amore, che aggiunge un tono frizzante alla commedia.

Il pubblico gradisce ed applaude a lungo gli interpreti uscendo felici e convinti di aver speso bene i propri soldi, proprio come sperava Gianluca Guidi.

Sebastiano Di Mauro
22 febbraio 2014

PER INFORMAZIONI
Teatro Manzoni – Via Manzoni 42 Milano
www.teatromanzoni.it
mail: [email protected]
Tel. 02.763.69.01
Fax 02.760.054.71

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook