The Houseboy, vita e provocazione dal 21 al 23 febbraio al Teatro Il Primo di Napoli

The Houseboy, vita e provocazione dal 21 al 23 febbraio al Teatro Il Primo di Napoli

houseboy-teatro-primoSesso, amore, morte, in uno spettacolo vietato ai minori di 18 anni. “The Houseboy”, di Massimo Stinco, in scena al Teatro “Il primo” di Napoli, dal 21 al 23 febbraio. L’opera, ispirata all’omonimo film di Spencer Schilly, e presentato da Viceversa Teatro, affonda le unghie in storie troppo spesso non raccontate, immagini non descritte, persone poco conosciute.

In scena Francesco Tommasi Marchetti, Dario Tucci, Giorgio Volpe, Fabio Cannarozzo, Natale Calabrò, Massimo Stinco, Jacopo Guidoni, Marco Prato. Scenografia e progetto grafico di Emanuele Esposito, progetto e regia di Massimo Stinco. «Gli houseboys – si legge nella presentazione – sono quei ragazzi (spesso molto giovani) che si fanno mantenere da coppie omosessuali vivendo con loro e curando le faccende domestiche e sessuali, in una realta’ apparentemente nascosta ma molto frequente.»

«Esistono siti – continua – e luoghi appositi da essi frequentati, e spesso capita che dal “contratto” nasca una vera relazione sentimentale a tre». Ricky, il protagonista, è uno di loro, e vive con una coppia di omosessuali newyorkesi.

Il S. Natale è vicino, manca ormai solo una settimana e la coppia deve lasciare la casa per recarsi a trascorrere le feste in famiglia. Ricky ascolta per sbaglio una conversazione della coppia, scoprendo la loro intenzione di sbarazzarsi di lui dopo le feste natalizie perché stanchi del giocattolo.

Restando solo si innesca in Ricky un meccanismo autodistruttivo, un percorso allucinante di sesso promiscuo e pericoloso, di squallidi incontri con corpi soli , inumani e perversi. “The Houseboy”offre uno spunto, un pretesto per riflettere e conoscere la“vita sommersa”, cerca e rincorre uno spiraglio di luce, di apparente “normalità”.

Paolo Marsico
17 febbario 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook