Roma: “Torna fra nove mesi” al SalaUno

Roma: “Torna fra nove mesi” al SalaUno

Torna- tra- 9- mesiEvelina Nazzari e Maddalena Recino sono in scena con “Torna fra nove mesi”, di Maria Evelina Buffa, per la regia di Angelo Libri.

Sulla scena di Angelo Libri solo dei fogli stracciati, stropicciati come la vita delle protagoniste che devono convivere col dolore più grande che si possa immaginare: la perdita di un figlio.

Un dolore che sembra impossibile comprendere e raccontare, che impedisce di immaginare un futuro, che rende ogni cosa futile e vana. Lo spettatore assiste alla straziante vicenda delle donne non potendo fare a meno di provare compassione, nel senso più letterale del termine, nonostante allo stesso tempo si senta “soggetto guardante”, esterno, fuori da ogni voyerismo.

Rovistando fra le cartacce, rovistando in quella che sembra una vita passata, la vita di un ‘ altra persona, si trovano ricordi, oggetti che sembrano formarsi dal nulla, tutto è carta, fragile sottile e corruttibile.

Le protagoniste entrano ed escono dalla grande casa fatta di legno e corde realizzando metafore di vita e morte sempre diverse.

Quello che si prova nel perdere un figlio non può essere descritto, è lo stesso sguardo delle attrici che permette agli astanti di comprendere, di leggere negli occhi l’enorme sofferenza. “Torna fra nove mesi” vuol dire proprio questo, chi non è madre non può capire cosa si prova a dare alla luce un figlio. L’esperienza è raccontata in maniera graffiante, senza sentimentalismi. Il diventare madre devasta fisicamente il corpo della madre, ma il rapporto che si crea con una creatura con cui si vive in simbiosi per nove mesi è qualcosa di veramente unico.

Un figlio è il dono più prezioso, e quando questo ci viene portato via cosa rimane? Cosa ne è della nostra esistenza? Nulla, carta straccia.

Valeria Campisi
6 febbario 2014

INFO:
In scena al Teatro Sala Un
Piazza di Porta San Giovanni 10,
tel. 06/70475672, [email protected])
dal 4 al 16 Febbraio.
Orario spettacoli dal martedì al sabato ore 21,
domenica ore 18, lunedì riposo.
Biglietti: intero euro 12, ridotto euro 8, tessera associativa euro 2.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook