“Stella di Mare” di Anna Spagnuolo, allo Stabia Teatro Festival

“Stella di Mare” di Anna Spagnuolo, allo Stabia Teatro Festival

Stella di mareMusica e tradizione partenopea allo Stabia Teatro Festival. Nella suggestiva cornice della Reggia di Quisisana, di Castellammare di Stabia, andrà in scena questa sera, “Stella di Mare”, spettacolo musicale, di Anna Spagnuolo, progetto di Pino Finizio e arrangiamenti musicali di S. Torregrossa. “Stella di mare – si legge in una nota degli organizzatori – è un concerto dedicato alle nuove anime che hanno in quest’ultimi anni scritto canzoni in dialetto napoletano; non solo autori napoletani ormai divenuti la nuova tradizione napoletana, (Pino Daniele, Enzo Gragnaniello, James Senese, Enzo Avitabile e altri); ma anche autori non napoletani, che comunque si sono cimentati (anche se una sola volta), a scrivere, canzoni non necessariamente rivolte a Napoli, ma più semplicemente dedicate al suo linguaggio che pur nelle sue implicite difficoltà, viene utilizzato sempre in modo del tutto naturale. Nomi quali Fabio Concato, Gianmaria Testa, Paolo Conte – prosegue – ed altri, si accomunano agli autori napoletani doc e sembra non esserci alcuna differenza tra loro se non la personale capacità di produrre differenti atmosfere ed emozioni. Ai brani del concerto – conclude – sono intervallati brevi testi tratti dalle commedie di Annibale Ruccello, giovane drammaturgo di Castellammare di Stabia prematuramente scomparso qualche anno fa.

Sul palco, Anna Spagnuolo, timbro “naturale”, vocalità popolare, forte senso teatrale, interprete sensibile e raffinata di quella parte della tradizione napoletana, legata al teatro musicale di Viviani e De Simone, e oggi impegnata ad una  personale ricerca per tutto ciò che rappresenta il “nuovo” nel panorama della canzone  napoletana. Evento tinto di tradizione musicale e passione, di voglia di fare musica e sensibilità artistica. Voce, cuore e anima, per Anna Spagnuolo e la sua nuova , avvincente avventura musicale.

Paolo Marsico
26 ottobre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook