Quanto vuoi al Teatro Tertulliano: le voci dei clienti maschi nel mondo della prostituzione

Quanto vuoi  al Teatro Tertulliano: le voci dei clienti maschi nel mondo della prostituzione

quanto vuoiDal 5 al 16 Giugno 2013, al Teatro Spazio Tertulliano, in Via Tertulliano 68, a Milano,
la  regista Greta Zamparini presenta Quanto vuoi (Clienti). E’ questo uno spettacolo sulla prostituzione, tratto da storie vere, grazie alla collaborazione con il progetto Segnavia-Fondazione Somaschi che da anni sta vicino agli emarginati offrendo loro, oltre a materiale sostentamento, anche una possibilità di emancipazione. Tra le nuove forme di emarginazione troviamo la tratta delle ragazze africane o dell’est incanalate nella prostituzione.
Le loro voci hanno già preso vita in un altro spettacolo della Zamparini: Temporaneamente Tua, presentato lo scorso anno all’interno della rassegna Vogliamo Vivere! Punto di Fusione. Qui  invece, in Quanto Vuoi, sono gli uomini, i “clienti”, che parlano con la voce di Umberto Terruso, che raccontano perché si va da loro, i vantaggi del pagare, il desiderio di un corpo che si possiede con l’illusione di incontrare anche la donna con la quale si va a letto. Ma poi, ci si parla senza sentirsi o vedersi. Si crede di afferrarsi. Ma si resta lontani. E si ritorna, cercando un nuovo corpo.
Lo spettacolo pone domande, cercando le risposte nelle parole e nelle esperienze di chi ne fa uno stile di vita, di chi ha solo provato, di chi celebra le sue avventure sui blog, di chi dopo se ne vergogna, di chi ci pensa soltanto, di chi ormai non vuol più farne a meno.
Non dimentichiamoci che più del 30% della popolazione maschile in Italia è, o è stata, cliente di sesso a pagamento: 1 uomo su 3.

Raffaella Roversi
3 giugno 2013

Teatro Spazio Tertulliano, Via Tertulliano 68, Milano, 20137
info e prenotazioni:[email protected],
tel:0249472369 / 3208674363 (ore 14-19)
Intero: € 15,00 + 1 tessera associativa
Ridotto under 26/over 60: € 10,00 + 1 tessera associativa
Convenzionati: € 8,00 + 1 tessera associativa
Referente Segnavia – Padri Somaschi: Valerio Pedroni, 3491723634,[email protected]

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook