Fake: una minaccia per la democrazia

Fake: una minaccia per la democrazia
Fake

A MTM Teatro Litta di Milano, è andato in scena sino al 1 dicembre 2019, uno spettacolo dal format davvero originale: Fake. Filippo Renda, anche in scena, firma la regia di questo testo incalzante di Valeria Cavalli.

Fake sembra parlare di un esperimento socio-scientifico proposto da una società tedesca, la Verbreitung A.G. che si occupa di denunciare e divulgare i fake internazionali.

Sul palco viene riprodotta un’intervista a porte chiuse. La scena, uno studio televisivo, resta invariata. L’intervistata, una bravissima e composta Irene Serini, è una giovane donna che sembra essere stata baciata dalla fortuna: da un banalissimo gratta e vinci, fino ad una vincita milionaria.

Per mesi la donna ha continuato a vincere di tutto e a postare sulla sua pagina facebook, le sue vincite. Con un crescendo di commenti e popolarità. Sino a che, impressionata dalla vincita di 40 milioni di euro, dopo essersi data malata in ufficio, decide di non ritirare la vincita e distruggere il biglietto vincente.

Anche questa decisione viene resa plateale da facebook. Ma il risultato è totalmente inatteso: la protagonista diventa oggetto di messaggi aggressivi e minacce di morte.

Fake si snoda attraverso canoni comunicativi che contengono violenze latenti. L’intervistatore insiste su episodi sgradevoli dell’infanzia o dell’adolescenza della protagonista che piano piano viene delineata come una malata di mente, capace di inventare realtà parallele perchè incapace di sopportare il fallimento della sua esistenza.

Il pubblico, che sente aumentare il malessere della donna, direttamente proporzionale all’aggressività dell’algido intervistatore, è chiamato poi a giudicare sulla veridicità dell’affermazione dell’intervistata. Ha davvero rinunciato alla vincita, o la sua mente malata, ha inventato la Fake?

Il potere virale delle fake news, una minaccia alla democrazia

Fake è un testo importante, un momento di riflessione su quello che stiamo diventando noi, come membri di una comunità gravemente minacciata nel suo assetto democratico. Le fake news, sono infatti volte ad orientare il consenso per consegnarci a capipopolo e/o speculatori, senza scrupoli.

Un monito a prenderci più responsabilità nel vagliare le informazioni. E un grido sommesso per la cultura, la bussola per la lettura della realtà, che stiamo perdendo. Abbiamo infatti, in Italia, il 28% di analfabeti funzionali, quelli che per l’Unesco, sono incapaci di capire, valutare e sviluppare idee proprie coerenti.

MTM Teatro Litta

Corso Magenta, 24

02 86 45 45 45 – [email protected] www.mtmteatro.it vivaticket.it

Prenotazioni e prevendita da lunedì a sabato dalle 15:00 alle 19:30

Scarica l’App di MTM Teatro e acquista con un clic

Biglietti: Intero 25€, Intero – giornata di debutto 15€, Convenzioni 20€, Ridotto Arcobaleno (per chi porta in cassa un oggetto arcobaleno) 20€, Under30/Over65 15€, Scuole di teatro e Università 15€, Ridotto DVA 15€, Scuole di MTM, Paolo Grassi, Piccolo Teatro 10€

Fake

di Valeria Cavalli, Filippo Renda – regia Filippo Renda

con Filippo Renda, Irene Serini

assistente alla regia Arianna Primavera

scene e costumi Eleonora Rossi

consulenza scientifica Dott.ssa Maria Barbuto, Dott. Nicolò Leotta

direttore di produzione Elisa Mondadori

Spettacolo sostenuto nell’ambito di Next 2018-2019

durata: 70 minuti

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook