Artisti e spettatori, un’attività da condividere con REmarcheBLE

Artisti e spettatori, un’attività da condividere con REmarcheBLE

remarchebleIn ogni provincia delle Marche si sta muovendo un nuovo fenomeno culturale. Si chiama REmarcheBLE, un’alterazione italianizzata dell’aggettivo inglese “remarkable” ( eccezionale), che include arti performative, ricerca, contemporaneità e soprattutto voglia di far rivivere una regione in cui l’arte è ancora troppo nascosta, anche se, si sa, scalpita.

I giovani protagonisti del progetto, infatti, sono pronti a mettersi in gioco sia come artisti che come pubblico. Sì, perché anche per lo spettatore è previsto un ruolo inaspettato, insolito rispetto alle abitudini locali: quello di essere attivo, partecipante. Gli organizzatori hanno pensato di dar voce anche al pubblico, invitandolo ad unirsi sin dall’inizio della progettazione artistica.

Dopo uno scouting degli artisti e del pubblico, avvenuto in questi mesi primaverili, sono tutti pronti per partire: da Ancona ad Ascoli Piceno si toccheranno i 5 capoluoghi marchigiani per dare vita ad eventi artistici di vario tipo, sia nei luoghi deputati, come il teatro, che in luoghi meno usati, come ad esempio le suggestive Cisterne romane di Fermo, il bellissimo Palazzo Buonaccorsi di Macerata, il Museo della Calzatura di Sant’Elpidio a Mare. Sarà proprio in quest’ultimo che sabato 25 maggio si terrà il prossimo evento artistico in collaborazione con May Day indipendent Festival dell’associazione culturale GamLab, altro gruppo di giovani attivo da qualche tempo in territorio fermano.

Saranno comunque tante le occasioni per incontrarsi, discutere di arte, confrontarsi e far nascere nuove idee. Grazie alle ‘gite sociali’, in cui è possibile visitare e scoprire i luoghi toccati dall’iniziativa, i partecipanti che fanno parte della community on-line possono vivere le attività del progetto e conversare sul proprio ruolo all’interno dello stesso. La prima gita sociale si è svolta qualche giorno fa con un percorso nei luoghi artistici di Ubrino, dal Teatro Sanzio alla Data, le antiche stalle del Duca, al fine di realizzare in toto l’evento del 16 maggio con performance ed installazioni interattive. Tutte le informazioni per partecipare, entrare nella community on-line o solo assistere ai prossimi eventi sono alla pagina web www.remarcheble.it

REmarcheBLE si pone l’obiettivo di conoscere il suo contemporaneo. “Ciò che studiamo come storico, come Leonardo ad esempio, è stato contemporaneo alla sua epoca” dicono gli ideatori, ed è per questo che cercano di vivacizzare quanto più di vicino a noi ci sia: gli artisti di oggi, la nostra contemporaneità, appunto.

Non è più tempo di stare chiusi in un teatro, non si può più essere fermi, silenti e passivi di fronte ad una performance. Il pubblico decide da sempre se l’artista è bravo o meno, e quando lo farà è giusto che abbia la possibilità di confrontarsi, con gli altri spettatori chiaramente, ma anche con l’artista stesso. È questa la maggiore novità di REmarcheBLE, la forza della condivisione. Lo spettacolo deve aprirsi, deve far pensare e far parlare. Queste le premesse, queste le aspettative. Non resta che scoprire il tutto durante i prossimi eventi.

Marina Mannucci

21 maggio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook