“D’Artagnan e i Tre moschettieri” al Mandanici, una scommessa vinta

“D’Artagnan e i Tre moschettieri” al Mandanici, una scommessa vinta
Foto: Dino Costa (DMarketing)

Sabato 18 maggio abbiamo assistito, al Teatro Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto, al musical di produzione “D’Artagnan e i Tre moschettieri”, scritto da Leonardo Mercadante e diretto dal regista Sasà Neri, interpretato dai ragazzi del Laboratorio performativo.

Lo spettacolo, liberamente ispirato all’opera di Dumas, con canzoni e musiche dal vivo, ha preso forma con l’obiettivo di far emergere i talenti del territorio, quasi tutti alla prima esperienza sul palco. Dopo cinque mesi di intenso lavoro, di masterclass, di stage e di impegno costante, sabato sera i giovani artisti barcellonesi sono saliti sul palco, facendo divertire e coinvolgendo pienamente il pubblico, che ha risposto positivamente, con sentiti e fragorosi applausi.

Tra i protagonisti: Domenico Imbesi (D’Artagnan), Salvatore Cilona (l’inquisitore), Alberto Liga (Porthos), Gaston Lucarelli (Athos), Mahamadou Traore (Aramis), Aurora Pettineo (Fortezza), Gina Cattafi (Prudenza), Alessandra Maimone (Giustizia), Chiara Salamone (Temperanza),  Roberta Macrì (la regina di Francia), Barbara Scorza (la dama di compagnia), Andrea Rappazzo (Bertrand, il padre di D’Artagnan), Dario Stroscio (il capitano), Martina Genovese (suor Maria Rosario), Nino Genovese (frate Bernardo), Simona Arnao (suor Illuminada), Allegra Camuti (suor Innocenzia), Vera Trovato (suor Pureza), Carolina Bucalo (Annunciacion), Viviana Romano (Ascencion), Marta Sottile (Conception), Francesco Bisignani (Pacheco) e Francesco Maniscalco (Pedro).

d'artagnan e i tre moschettieri dmarketing 2
             Foto: Dino Costa (DMarketing)

Hanno accompagnato lo spettacolo le ineccepibili performance della Banda musicale Placido Mandanici, diretta dal maestro Bartolo Stimolo. Tra i collaboratori, che hanno supportato la regia durante questi mesi di intenso lavoro, la vocal coach Chiara Caravella, le coreografe Alice Ingegneri e Alessandra Borgosano, la maestra di scherma Antonella Cutugno, Davide Colnaghi e Margherita Frisone per la dizione e la fonetica, Elsa La Spada per le scenografie, i performer Francesco Gerbino, Davide Caputo, Giuseppe Scopelliti e la band composta da Giulio Decembrini al piano, Riccardo Ingegneri al basso e alla chitarra e Andrea Trovato alla batteria. Al fianco del regista Sasà Neri e dell’autore del testo, Leonardo Mercadante, anche Titti Galasso ai costumi e Giulia Alesci agli oggetti di scena, Simone Lo Presti al sound design e Dino Costa a foto e video.

I complimenti vanno ai ragazzi, ai musicisti, al regista, all’autore e a tutti i collaboratori. Il musical ha raggiunto pienamente gli obiettivi prefissati, dando voce ai giovani talenti del territorio, alcuni dei quali si sono distinti tra gli altri in particolar modo; unica nota dolente forse la scelta dei brani, a volte non perfettamente azzeccati.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook