“Nemici Come Prima”: Amori e Dissapori Familiari

“Nemici Come Prima”: Amori e Dissapori Familiari

Nemici Come PrimaIl Teatro S. Babila e l’Associazione Culturale Logos presentano “Nemici come Prima” scritto da Gianni Clementi per la regia di Ennio Coltorti che veste anche i panni di personaggio insieme a Pietro De Silva, Daniela D’Angelo, Adriana Ortolani, Loredana Piedimonte.
Commedia divertente e leggera, ambientata interamente in una sala di attesa di un ospedale in cui si svolgono tutte le vicissitudini della famiglia Sereni, famosi proprietari di macellerie.
Lo spettacolo si sviluppa inserendo in scena in maniera graduale i componenti della famiglia, a partire dal capo di famiglia, ricoverato in terapia intensiva, il genero, le figlie e infine la badante rumena, a completare il quadro vi è anche un cinico infermiere che poi si rivelerà deus ex machina dell’intero dramma.
L’agognato bottino che il patriarca, ormai quasi dato per morto, lascerebbe in eredità è fautore della lotta all’ottenimento dello stesso, amori e dissapori tra le due figlie, di cui una un po’ sciocca e l’altra viaggiatrice e spirituale che facendo cadere la maschera dell’ipocrisia nel momento della spartizione, si rivela legata, molto di più dell’altra, al denaro. Il genero, unico lavoratore, che aspetta il momento della morte del suocero per la rivalsa sociale. Infine la giovane rumena, disposta a sposarsi, pur di ereditare un quarto delle ricchezze.
La solidità familiare viene così a lacerarsi e a mostrare in maniera divertente tutta l’ipocrisia, l’egoismo e la cattiveria insita in questa famiglia, disposta ad un gesto estremo risolutore pur di risolvere la critica situazione.
Il linguaggio romanesco, i malintesi ironici, la comicità dell’ignoranza dei personaggi fanno da sfondo alla commedia, alleggerendone i temi di cui si compone, riuscendo, così, allo stesso tempo a divertire e regalare sorrisi.

Alessandra Pizzilli
10 maggio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook