Come sposare un miliardario. Ovvero il capitalismo spiegato da una donna…

Come sposare un miliardario. Ovvero il capitalismo spiegato da una donna…

Dal 4 al 15 luglio 2018, in una piccola sala del Teatro Franco Parenti di Milano va in scena Come sposare un miliardario, Ovvero il capitalismo spiegato da una donna…

La drammaturgia è di Audrey Vernon, francese, classe 1980.

In scena, Giorgia Sinicorni, che ha anche adattato e tradotto il testo.

Ha l’aria felice quando entra in sala sorprendendo alle spalle gli spettatori; ha le orecchie rosa da coniglietta, calzoncini e maglietta; e il cuore in festa per l’addio al nubilato che mette fine anche ad un’esistenza professionale fatta di precariato tra provini fallimentari per teatro e passerelle. Perchè, ci confida, lavorare e restare poveri mentre i ricchi diventano sempre più ricchi sfruttando il lavoro dei poveri?

Per questo ha deciso di sposare un miliardario. Ne va molto fiera, perchè, se c’è una possibilità su 7 di sposare un povero, ce n’ è solo una su 8 milioni di sposare un miliardario! E lei ce l’ha fatta!

Lo spettacolo abbandona sempre più il tono confidenziale per trasformarsi in un piccolo corso pratico interattivo. Bisogna infatti lavorare sodo per arrivare dove è arrivata lei: conoscere la lista di Forbes a memoria, saper individuare un miliardario ad una festa, cosa non facile visto che non ha segni esteriori di ricchezza, saper parlare delle materie prodotte nelle loro varie aziende (per es, riconoscere tutti i tipi di cemento o di metalli, a cominciare da quelli tossici e radioattivi).

E naturalmente essere convinti che i poveri siano necessari alla società come lo è il plancton per le specie marine. Questo complesso di organismi acquatici galleggianti è infatti, come i poveri, incapace di darsi una direzione; è trasportato passivamente dalle correnti e dalle onde, aspettando solo di diventare nutrimento per tanti pesci.

Lo spettacolo diventa allora una satira sociale.

Nonostante alcuni stimoli, battute divertenti, gag, esso appare però privo di una struttura registica e scenica. Sembra più una somma di singoli frammenti incentrati su l’importante tema di ricchi/poveri/scompensi societari, senza compiutezza, nè identità.

 

Teatro Franco Parenti, via Pier Lombardo 14, Milano

Biglietteria 02 599952 [email protected]

Date e orari

mercoledì 4 luglio h 20:30

giovedì 5 luglio h 20:30

venerdì 6 luglio h 21:00

sabato 7 luglio h 21:00

domenica 8 luglio h 18:00

martedì 10 luglio h 21:00

mercoledì 11 luglio h 20:30

giovedì 12 luglio h 20:30

venerdì 13 luglio h 21:00

sabato 14 luglio h 21:00

domenica 15 luglio h 18:00


Biglietti

intero > 15€ + prev.

BAGNO IN PISCINA > +4€

Presentando il biglietto dello spettacolo Come sposare un miliardario
è possibile fare il bagno in piscina ( via Botta 18)
con un supplemento di 4€
secondo i seguenti giorni e orari orari:

Mercoledì 4 e 11 e giovedì 5 e 12 luglio
bagno a partire dalle 18.00; spettacolo h 20.30

Venerdì 6 e 13, sabato 7 e 14 e martedì 10 luglio
bagno a partire dalle 18.30; spettacolo h 21.00


Come sposare un miliardario

Ovvero il capitalismo spiegato da una donna…uno spettacolo di Audrey Vernon
adattato e tradotto da Giorgia Sinicorni

con Giorgia Sinicorni
regia Carla Bianchi
ha collaborato all’adattamento Andrea Purgatori

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook