‘Aggiungi un posto a tavola’: il sogno continua al Teatro Brancaccio

‘Aggiungi un posto a tavola’: il sogno continua al Teatro Brancaccio
Gianluca Guidi in "Aggiungi un posto a tavola"

Aggiungi un posto a tavola di Gianluca Guidi ritorna a teatro: sarà al Brancaccio di Roma fino al 26 novembre.

Aggiungi un posto a tavola sbarca al Teatro Brancaccio in un’imperdibile edizione che riporta in scena una delle opere più fortunate del panorama artistico italiano. L’amatissima commedia musicale, scritta da Pietro Garinei e Sandro Giovannini con Jaja Fiastri, ha visto circa 15 milioni di spettatori, riprodotta in quasi mezzo secolo di attività in molteplici messe in scena dall’America Latina alla Russia, passando tra l’altro per Inghilterra, Finlandia, Spagna.

In programma al Teatro Brancaccio di Roma dal 12 ottobre fino al 26 novembre, l’edizione di Alessandro Longobardi per Viola Produzioni è la riproposizione fedele della celebre commedia, realizzata per l’occasione con una squadra d’eccezione. Al timone dell’impresa c’è Gianluca Guidi, erede dal padre Johnny Dorelli per la parte di Don Silvestro, che riceverà per telefono da Dio in persona (con voce di Enzo Garinei) l’incarico di preparare un’arca per salvare gli abitanti del piccolo paesino dal secondo diluvio universale.

Sarà compito del sacerdote quello di convincere i compaesani ad aiutarlo nell’incredibile impresa, tra l’opposizione ostinata del sindaco Crispino (Marco Simeoli), le avance della giovane Clementina (Beatrice Arnera) e gli imprevisti che si scateneranno nel tentativo di mandare in porto il progetto. Con le prestigiose coreografie di Gino Landi, a dare vita agli sviluppi della trama ci saranno sul palco anche Emy Bergamo (Consolazione), Piero Di Blasio (Toto) e Francesca Nunzi (Ortensia).

Per l’occasione i costumi e la scenografia sono stati adattati, rispettivamente da Francesca Grossi e Gabriele Moreschi, dall’originale di Giulio Coltellacci. Il palco è animato dal meccanismo del doppio girevole che permette cambi di scena fluidi con risultati di grande eleganza. Su di esso le suggestive costruzioni faranno apparire e scomparire interni, piazze, boschi, fino a far sorgere la prua di un’imponente arca.

Le indimenticabili musiche di Armando Trovajoli sono eseguite assommando la voce degli interpreti sul palco con le armonie dell’orchestra dal vivo, come nella prima edizione del 1974, sotto la direzione di Maurizio Abeni. Oltre all’omonimo ‘Aggiungi un posto a tavola’ che ha lasciato una traccia profondissima nella musica italiana, si avrà l’opportunità di riassaporare in una messa in scena d’eccezione brani intramontabili come ‘Notte da non dormire’, ‘Clementina’, ‘L’amore secondo me’.

Uno spettacolo d’indubbia eccellenza che viene ad inserirsi nei festeggiamenti per gli 80 anni del Teatro Brancaccio di Roma, che in occasione della ricorrenza regala alla scena della Capitale un’edizione imperdibile dell’opera di Garinei e Giovannini. L’arca di Aggiungi un posto a tavola si dimostra così più capace che mai di solcare le onde dei palchi teatrali, continuando a lasciare una scia di emozioni profonde nei cuori degli spettatori.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook