‘The Pride’: Zingaretti sfida la difficile ricerca di se stessi

‘The Pride’: Zingaretti sfida la difficile ricerca di se stessi

Dal 15 novembre al 4 dicembre 2016 va in scena al Teatro Piccolo di Milano “The Pride”, opera teatrale diretta e interpretata dal grande Luca Zingaretti, famoso al pubblico televisivo per l’interpretazione di successo del commissario Montalbano. L’attore riesce a calarsi in maniera perfetta nei panni di un personaggio omosessuale, ruolo certamente non usuale per lui, dimostrando ancora una volta una grande versatilità e un enorme talento. L’opera, tratta dal testo di Alexi Kaye Campbell, affronta temi significativi come l’amore omosessuale, la fedeltà, la solitudine, riuscendo ad inculcare nella mente del pubblico interrogativi che sfociano di diritto in riflessioni sulla vita contemporanea.

“The Pride” è un testo che si snoda su due strade parallele ma lontane, raccontando due storie interconnesse che si svolgono in periodi di tempo diversi tra loro, il 1958 e il 2015. In entrambe, il filo conduttore è l’amore omosessuale e la continua ricerca, da parte dei personaggi, dell’io più profondo, puro e sincero, che nel loro caso presenta stretti legami con la felicità. Le due storie, interpretate dai medesimi attori, si alternano a breve distanza mantenendo costanti i temi che le legano l’un l’altra. La questione della nostra identità, oltre ad essere il fulcro della narrazione, è l’elemento che unisce il pubblico agli attori, che permette a chi guarda di entrare in una empatia dai contorni quasi mistici per poi essere espulsi di prepotenza dalla stessa e trasportati in un vortice di interrogativi profondi sulla propria esistenza e sul rapporto che ci lega a chi della nostra vita fa parte.

Uno spettacolo forte e significativo, come ci spiega lo stesso Luca Zingaretti: “È una scrittura potente, è un testo bellissimo che parla di identità, pregiudizi, omosessualità. Dal punto di vista etico e politico mi sembra il momento giusto: è importante che un personaggio con la mia visibilità metta al centro del dibattito una storia di questo tipo”.

Info:

Piccolo Teatro Strehler, dal 15 novembre al 4 dicembre 2016
“The Pride” di Alexi Kaye Campbell, traduzione Monica Capuani
con Luca Zingaretti
e con Valeria Milillo, Maurizio Lombardi, Alex Cendron
scene André Benaim, luci Pasquale Mari
costumi Chiara Ferrantini, musiche Arturo Annecchino
regia Luca Zingaretti
produzione Zocotoco srl

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook