“Marchette in trincea”. Al Brancaccio il nuovo spettacolo di Lillo&Greg

“Marchette in trincea”. Al Brancaccio il nuovo spettacolo di Lillo&Greg

Il 23 febbraio al Teatro Brancaccio di Roma debutta Marchette in trincea, il nuovo spettacolo firmato dal duo comico Lillo&Greg.

A pochi mesi dal successo del film Natale col boss, l’amatissima coppia formata da Pasquale Petrolo e Claudio Gregori torna in campo con una commedia originale che non deluderà il pubblico.

Marchette in trincea è la versione rivista e corretta di un’opera scritta da Greg ben quattordici anni fa, una commedia di cui è rimasta l’idea e la struttura ma su cui si è lavorato per superare alcune “ingenuità”, dovute alla minore esperienza in fatto di teatro che i due avevano all’epoca.

L’opera di Lillo&Greg può essere definita metateatrale in quanto racconta la storia di una compagnia che mette in scena una pièce ambientata nel 1943, durante l’invasione tedesca. L’insuccesso dello spettacolo in termini di pubblico e guadagni mette in serie difficoltà economiche la compagnia, già piuttosto malmessa, che è costretta a impoverire sempre di più lo spettacolo, già di per sé scadente, privandolo poco a poco di tutte le sue componenti principali come effetti sonori, scenografia e costumi.

Le sorti della compagnia verranno risollevate da un imprenditore tedesco che decide di investire nello spettacolo. L’intervento risolutore del tedesco, però, costringerà la compagnia a cedere a numerosi compromessi, o meglio a vere e proprie marchette.

Lillo&Greg utilizzano il pretesto della metanarrazione per smascherare l’ipocrisia che regna nel mondo dello spettacolo ma soprattutto per divertire il pubblico con il loro umorismo e i loro paradossi irresistibili.

Ai due comici, che firmano anche la regia dello spettacolo insieme a Andrea Palotto, si affiancano gli attori Dora Romano, Marco Fiorini e Monica Volpe. Le scene sono di Andrea Simonetti, mentre le musiche a cura di Greg e Attilio Di Giovanni.

Al termine dello spettacolo, ciliegina sulla torta, il pubblico in sala potrà godersi il cortometraggio di Pupazzo criminale, la nota web serie, diventata in poco tempo un vero e proprio fenomeno virale, che ha per protagonisti dei criminali del quartiere Torpignattara di Roma. La particolarità della serie? Rana, Sorcio Secco, Cocco&Co non sono persone bensì pupazzi. O meglio, calzini e presine da cucina trasformati in pupazzi.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook