Diario di Broadway – Intervista a Josh Lamon, performer in Finding Neverland

Diario di Broadway – Intervista a Josh Lamon, performer in Finding Neverland
Intervista a Josh Lamon, performer a Broadway in Finding Neverland.

Intervista a Josh Lamon, performer a Broadway in Finding Neverland.
Intervista a Josh Lamon, performer a Broadway in Finding Neverland.

Finding Neverland, uno dei musical più acclamati dal pubblico americano degli ultimi mesi. Dopo il debutto nello scorso marzo al Lunt-Fontanne Theatre, lo spettacolo ha raggiunto un grande successo di critica e pubblico, tanto da far arrivare l’eco fino a noi, in Italia.
Tratto dal film “Neverland – Alla ricerca di un sogno” con Johnny Depp, vede la firma di Diane Paulus alla regia, le musiche e le liriche di Gary Barlow ed Eliot Kennedy con un libretto di James Graham. Nel cast molti nomi noti, a partire dall’attore Matthew Morrison (Glee) e Laura Michelle Kelly (celebre per il ruolo di Mary Poppins a Broadway) insieme ad Anthony Warlow, Teal Wicks e moltissimi altri.
Tra questi, abbiamo avuto il piacere di intervistare Josh Lamon, performer di Broadway nel cast di Finding Neverland nel ruolo di Mr. Cromer e Ensemble, per accorciare un po’ le distanze tra l’Italia e New York. Qualche curiosità sulla sua carriera e su di uno spettacolo sempre più in ascesa, a Broadway.

La carriera di Josh Lamon:
Broadway: HAIR (original revival and 2011 cast), ELF and INTO THE WOODS (Shakespeare In The Park with Amy Adams). Off Broadway: Richard in A NEW BRAIN and Larry/Buddy in LITTLE MISS SUNSHINE (Both written and directed by William Finn/James Lapine), FEBRUARY HOUSE (Public Theatre) and LITTLE ME (Encores!). National Tour: HAIR (Helen Hayes Award) and WICKED. TV: DEADBEAT (Hulu) and 30 ROCK (CBS)

Ciao Josh!
Quando hai iniziato i tuoi studi per il musical?
Ho iniziato ad interessarmi al musical theatre quando ero molto piccolo. Mia madre mi portava spesso a vedere rappresentazioni teatrali ed era l’unica cosa che mi piaceva davvero fare! Per cominciare a studiare sono partito da alcune lezioni di canto e verso i 9 anni mia madre mi concesse di fare la mia prima audizione. Ma il mio primo lavoro professionale arrivò intorno alla quinta superiore.

C’è molta concorrenza alle audizioni?
I concorrenti ci sono e sono anche molti. In un’audizione bisogna fare il proprio lavoro, senza cercare di andare oltre, loro o ti vogliono o non ti vogliono. Dipende da quello che stanno cercando, non è nulla di personale.

Quali sono gli elementi di una performance che stupiscono una commissione di Broadway?
I fattori che possono influire durante un’audizione sono tantissimi, è come comporre un gigantesco puzzle tutti insieme. Devi essere ciò che il regista ha in mente per lo show ma, allo stesso tempo, devi essere una persona che il regista vuole avere intorno per più di 40 ore a settimana! E’ tutto basato sulla tua personalità e su quello che potrai portare di tuo nel ruolo. Se sei molto simile al carattere del personaggio, avrai molte più probabilità di essere preso.

Raccontaci del tuo ruolo in Finding Neverland: Mr. Cromer
Mr. Cromer è uno stereotipo di attore, il tipico divertente e sopra le righe. Si prende molto sul serio in quello che fa, e a me piace immaginare che fino ad oggi ha vissuto davvero una bella vita. Come persona, ha il carattere un po’ da…stronzo! Gli piace rigirare la frittata a modo suo e a volte a piccoli scatti d’ira!

Lo show sta ricevendo un sacco di critiche positive, le favole vincono sempre?
No, non sempre purtroppo. Noi siamo stati molto fortunati!

Nello spettacolo la parola “Believe” è spesso presente, se ci credi i tuoi sogni diventano davvero realtà?
Io non penso che, se ci credi, i sogni possono diventare realtà, è molto di più. Se ci credi PUOI sognare! Tu PUOI dare a te stesso il permesso di essere qualsiasi cosa tu voglia essere. L’unica strada per rendere tutto possibile, è solo crederci.

Siete un grande cast, tra cui Matthew Morrison e Laura Michelle Kelly…quanto lavorate tutti insieme?
Noi lavoriamo tutti molto, davvero molto ed insieme. Siamo una grande famiglia unita fino dal primo giorno di prove!

Ci sono anche molti bambini, pensi sia necessario iniziare questo lavoro fin da piccoli?
No, questi ragazzi hanno iniziato molto giovani ma in contemporanea si ritrovano con due lavori a tempo pieno: lo spettacolo e la scuola. Perdono molto tempo che potrebbero passare con le loro famiglie, così come a giocare e a fare cosa da bambini. Il mio consiglio per i giovanissimi è quello di farne per il momento un hobby. Avrete tutto il tempo per lavorare quando sarete adulti, divertitevi ad essere bambini!

Fino a quando resterai a Neverland? Hai già qualche progetto futuro?
Ho alcuni progetti futuri in cantiere, ma al momento resto felice a Neverland per i prossimi mesi!

Invita i nostri lettori a venire a vedere Finding Neverland a Broadway!
Sarebbe un onore avere tutta l’Italia a vederci in Finding Neverland a Broadway! New York è una città fantastica. Sarebbe un privilegio condividere la città e lo spettacolo con voi! Perciò venite e passate pure a salutare! Vi aspettiamo!
Per il momento potete seguirmi su Twitter con @JoshLamon e lo stesso su Instagram!

Marco Rimmaudo
22 agosto 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook