La Cena dei Cretini al Teatro Manzoni di Milano

Fino al 21 maggio il Teatro Manzoni di Milano porta in scena l’esilarante spettacolo “La cena dei cretini”con Zuzzurro e Gaspare. Scritta da Francis Veber negli anni Novanta, “La cena dei cretini” è una delle commedie più conosciute in ambito teatrale. Approdata sul grande schermo nel 1998 è stata recentemente riproposta in una versione americana con il titolo “A cena con un cretino”, per la regia di Jay Roach. Oggi viene presentata sulla scena grazie a Zuzzurro e Gaspare, alias Andrea Brambilla e Nino Formicola, i quali festeggiano 35 anni di carriera teatrale e televisiva portando in tour per l’Italia questa commedia.

La trama dell’opera è molto semplice: ogni mercoledì sera un gruppo di amici molto ricchi organizza tradizionalmente la cosiddetta “cena dei cretini” durante la quale i partecipanti portano un personaggio ipoteticamente stupido, così da poterlo deridere per tutta la serata. Come ben sappiamo però, le cose non vanno mai come vorremmo, infatti una sera il “cretino” di turno ribalta completamente la situazione diventando da vittima il carnefice della serata, in più crea alcuni problemi al suo anfitrione, arrivando quasi a mettere in crisi il suo matrimonio.

La scena si sviluppa nella lussuosa casa di Pierre Brochant, editore, che invita la vittima, Francois Pignon, contabile presso il ministero delle Finanze, a passare da casa sua prima della fatidica cena. Ma lo stesso pomeriggio Pierre accusa il ‘colpo della strega’, e di conseguenza il dottore gli ordina di rimanere a casa; subito dopo si presenta Francois, che crede di essere stato invitato perché Pierre vuol pubblicare un libro sul suo hobby: modellini di monumenti creati con i fiammiferi.

Da quando Francois entra in casa Brochant, gli eventi precipitano in modo esuberante e, dopo la telefonata della moglie Catherine, che lascia un messaggio in segreteria dicendo di volerlo lasciare, Pierre comincia ad agitarsi peggiorando la sua condizione fisica e psicologica. Per cercare di capire dove possa essere andata chiama un amico, al quale aveva portato via Catherine due anni prima, ma sua moglie non è da lui, probabilmente è andata da Pascal, un noto latin lover, di cui non si conosce l’indirizzo. Ma dopo una serie di esilaranti equivoci, Pierre si rende conto che Catherine ha avuto un incidente d’auto. Francois, nel frattempo riesce a parlare a Catherine e, ovviamente riesce a rovinare tutto.

Partendo da questa divertente storia,“La cena dei cretini” risulta così un crescendo di gags e malintesi esilaranti, una divertente commedia che incita all’immediata risata. Il pubblico si trova di fronte a situazioni paradossali che i protagonisti della vicenda sono costretti a vivere contro la propria volontà; una commedia semplice e genuina, ma senza alcuna volgarità e con un po’ di moralismo che porta a riflettere sulla vita e i suoi avvenimenti.

Nino Formicola, uno degli attori afferma: “La comicità è cambiata molto ed ormai sembra che l’insulto sia una prassi, noi facciamo sempre ridere, sia nei classici che nei nostri spettacoli di cabaret che facciamo nei paesini, senza mai cadere nella volgarità, perché siamo dei veri comici e purtroppo siamo però in via di estinzione, perché ce ne sono sempre meno”.

Purtroppo tra teatro, cinema e TV dobbiamo ammetterlo, la comicità dei grandi artisti come Totò è ormai passata da tempo ed è diventata più unica che rara, contemporaneamente il linguaggio è cambiato e troppo spesso sentiamo parole o epifrasi scorrette, volgari, ma che quasi sono radicate nel nostro linguaggio, e nel linguaggio della comicità ovviamente.

Finalmente uno spettacolo teatrale dove questo non accade, dove il linguaggio del comici fa sorridere in modo spontaneo e genuino, dove la situazione è troppo ridicola per non ridere. Uno spettacolo per tutta la famiglia.

Info:
Teatro Manzoni – Via Manzoni, 42 – Milano
Orari: feriali e lunedì 21 maggio ore 20,45 – domenica ore 15,30
www.teatromanzoni.it

Lucia Arezzo

4 maggio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook