Cyrano de Bergerac di Rostand, con Alessandro Preziosi

Al Teatro Nuovo di Milano dal 6 al 18 marzo 2012 Cyrano de Bergerac, opera pubblicata per la prima volta nel 1897 dal poeta drammatico francese Edmond Rostand (1868-1918), ispirata alla figura storica di Savinien Cyrano de Bergerac, che è stata tradotta, adattata e interpretata innumerevoli volte, rappresentando un grande classico del teatro, che non stanca mai di commuovere e di coinvolgere il pubblico.

Nell’allestimento di Khora.teatro che, coproduce lo spettacolo con il Teatro Stabile d’Abruzzo, lo spadaccino dal mostruoso naso è interpretato da Alessandro Preziosi, reduce dai successi televisivi e premi cinematografici, che cura anche la regia di quest’opera il cui adattamento e traduzione sono di  Tommaso Mattei.

La figura di Cyrano, è uno dei personaggi più conosciuti e amati del teatro per la sua geniale temerarietà, la drammaticità della sua fiera esistenza, vissuta pericolosamente all’insegna del non piegarsi mai alla mediocrità e alle convenienze, costi quel che costi, ne fanno un autentico eroe romantico e al contempo un personaggio straordinariamente moderno. In scena lo scrittore e poeta dall’irresistibile e vitale creatività, che ama mettere in ridicolo i suoi nemici con la straordinaria abilità della spada, leggendaria almeno quanto la lingua, tutta giocata tra trovate comiche e giochi di parole.

La vicenda narra di Cyrano de Bergerac, cadetto di Guascogna, da tutti ammirato e temuto per la sua infallibile spada e per i suoi motti spiritosi e taglienti, che essendo afflitto da un naso mostruoso, non ha il coraggio di manifestare alla cugina Rossana il suo amore per lei. Rossana, ignara dei sentimenti del cugino, lo prega di prendere sotto la sua protezione il giovane Cristiano de Neuvillette del quale è innamorata. Poiché questi non riesce a esprimere in belle frasi il suo  sentimento, Cyrano gliele suggerisce e fa in modo che Cristiano possa sposare Rossana a dispetto del Conte De Guiche innamorato della donna. Questi, adirato, trasferisce subito Cristiano e Cyrano al fronte per combattere: da qui, de Bergerac, a nome di Cristiano, scrive numerose lettere d’appassionata poesia per Rossana mantenendo sempre per sé questo segreto anche quando il giovane muore combattendo. Solo al termine della propria vita, trascorsi molti anni, Cyrano, seppur
involontariamente, confesserà all’amata il suo sentimento, ma quando lei ricambierà sarà ormai troppo tardi.

Insieme ad Alessandro Preziosi, sul palco Nbenjamin Stender, nel ruolo di Cristiano,  Valentina Cenni, nel ruolo di Rossana  e un validissimo cast di attori.  Le scene sono dio Andrea Taddei, i Costumi di  Alessandro Lai e le luci del bravissimo Valerio Tiberi.

Teatro Nuovo Milano
Orari: martedì-sabato ore 20.45, domenica ore 16
Biglietti da  30 a 36  euro
www.teatronuovo.it

Sebastiano Di Mauro

6 marzo 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook