Roccella Jazz Festival – Rumori Mediterranei – 34^ edizione, si riparte

Roccella Jazz Festival – Rumori Mediterranei – 34^ edizione, si riparte

ROCCELLA-JAZZ- INTERNATIONAL- FESTIVALSciolte le tensioni della vigilia, la 34° edizione di Rumori Mediterranei Jazz, entra nel vivo della sua prima parte da lunedì sera, confidando un recupero quasi totale del cartellone annunciato (e pronto dalla primavera), entro la metà di dicembre. Lunedì sera, 18 agosto, a Martone (ore 21,30 in Piazza Matteotti), il festival incontra un trio di ottimi musicisti calabresi il cui leader accreditato è il chitarrista Bruno Marrazzo, alla testa di un trio completato da Vittorino Naso (batteria) e Quintino Medaglia (contrabbasso) fra standard e composizioni originali.

Mercoledi 20 ci si sposterà invece a Marina di Gioiosa per incontrare l’interessante Provisional Emigré Orchestra, che ha già riscontrato l’interesse dei media nazionali, in un progetto del sassofonista di stanza a Parigi, ma fiere origini calabresi, Raul Colosimo, che presenterà in anteprima il suo nuovo progetto “OpeRA Dentro è fuori”: sembra il tassello giusto per la sua definitiva consacrazione internazionale. Ospite della serata anche Francesco Loccisano (chitarra battente).

Per gli ultimi due giorni invece le luci saranno accese nella tradizionale ed insuperabile cornice del Teatro al Castello, con l’anteprima europea rappresentata dal trio guidato dalla carismatica cantante argentina Sofia Rei (ore 21,00), che prosegue la collaborazione fra l’importante festival calabrese e John Zorn, campione dell’avanguardia più estrema e sperimentale, che di certo in un futuro non lontano non è azzardato pronosticare fra i concerti che saranno ospitati in quel di Roccella. Proprio al sassofonista che fa categoria a sé è dedicato il progetto della Rei, intitolato proditoriamente “Besos de Sangre”. La Rei è entrata di prepotenza nel circuito newyorkese che l’ha premiata per la sua estrema versatilità: la Rei si è difatti esibita presso la prestigiosa Carnegie Hall. A Seguire (22,30), il progetto dedicato ad Elvin Jones, perno del quartetto storico di John Coltrane da parte di Chico Freeman, autorevole esponente dell’AACM di Chicago, in una delle sue rare esibizioni in Italia, in cui è da seguire anche il formidabile pianista Antonio Faraò, il cui estro virtuosistico teme ben pochi confronti.

Sabato 23 anteprima pomeridiana con il robusto trio del chitarrista Mauro Ciccozzi, (ex-convento dei minimi, ore 18,30), prima di incontrare il quartetto Iber Jazz (ore 21.00), formato dal sassofonista spagnolo Josè Gutierrez che si è rapidamente imposto come uno dei gruppi più interessanti della nuova scena europea. Gran finale (ore 22.30), con la mitica “Arkestra” dedicata al leggendario pianista e compositore Sun Ra. Orfana del fondatore (scomparso nel 1993), l’Arkestra ha continuato a diffonderne il messaggio musicale fatto di ingredienti esoterici, sonorità mistiche, sperimentazioni linguistiche che danno vita a una fascinosa e policroma sovrapposizione di free e bop in salsa hippy. Nell’odierna Arkestra militano ancora alcuni storici collaboratori di Sun Ra, a partire dal suo ‘braccio destro’ Marshall Allen, sassofonista che, sulla soglia dei novant’anni, incarna alla perfezione i ‘misteri’ orchestrali di Sun Ra. Saranno dei grandi concerti, firmati dalla direzione artistica di cui fanno parte Vincenzo Staiano e Paola Pinchera. Biglietti disponibili presso il botteghino, per tutte le altre info www.roccellajazz.net

Redazione Spettacolo
16 agosto 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook