One-man show con Arturo Brachetti: “Ciak si gira!” agli Arcimboldi

A volte è difficile riuscire ad esprimere a parole l’emozione e i sentimenti che uno spettacolo può suscitare in chi lo guarda. E’ questo il caso di “Ciak, si gira!”, dove il performer Arturo Brachetti tiene lo spettatore con gli occhi sgranati e la bocca spalancata per lo stupore e la meraviglia del momento, esattamente come succederebbe ad un bambino, per la continua soppresa dell’impossibile rapidità dei cambi, che danno la dimensione dello spessore dell’arte di questo straordinario artista che non ha limiti nella sua creatività. Arturo Brachetti, torinese, è felicemente un eterno bambino da grandi doti, grazie alla fortunosa sindrome di Peter Pan che lo affligge da 54 anni.

Ieri sera alla Prima di “Ciak Si gira!”, un pubblico caloroso ha accolto il debutto di Arturo Brachettti per  due ore di puro spettacolo  ed incredibili sorprese. Inevitabile rimanere a bocca aperta, quasi non credendo ai propri occchi,  per lo stupore suscitato dal trasformista  nel suo  caleidoscopico e poliedrico show in cui si affacciano circa 80 personaggi. Tanti i bambini presenti in sala, più volte coinvolti, così come gli adulti che corrono il serio rischio di diventare bambini  per le tante e profonde gioie e soddisfazioni che si percepiscono coi sensi, amplificati dagli scintillanti costumi  e dalle fantasmagoriche scenografie. Non mancano accenni di satira politica e un riferimento al 150° anniversario dell’Unità d’Italia con lo sventolio del tricolore.

“Ciak si gira!” è reduce dei successi straordinari ottenuti a Parigi, dove al teatro Folies Bergére ha registrato il sold out dal 30 novembre 2010 al 16 gennaio 2011. Ora Arturo Brachetti, dopo quattro anni,  torna al Teatro degli Arcimboldi  sullo stesso palco che gli fruttò un grande successo con “L’uomo dai mille volti”. Già allora fu uno tra i primi spettacoli del Teatro degli Arcimboldi che registrarono il tutto esaurito e questa nuova esperienza del 2011 si annuncia una grande replica dello stesso successo, tanto che vista la grande richiesta di biglietti già registrata in prevendita, sono stati aggiunti due spettacoli straordinari anche il sabato pomeriggio alle ore 16.

Quest’anno il tour italiano, partito da Varese lo scorso 18 ottobre, ha già  toccato le città di Bologna, Assisi, Roma e Firenze e dopo Milano, sarà a Torino dal 6 all’11 Dicembre. Ora Arturo Brachetti, conosciuto in tutto il mondo si presenta al pubblico milanese al Teatro degli Arcimboldi, da martedì 22 novembre a domenica 4 dicembre, per trasportarlo in un sorprendente viaggio nell’universo del cinema e della TV, dai personaggi dei più noti film (Zorro, Mary Poppins, Maciste, Crudelia De Mon, cowboys, corsari e avventurieri) ai protagonisti dei più famosi film horror, dall’evocazione del mondo di Fellini ai grandi film hollywoodiani, da Baby Jane ai musicals, con una parata di personaggi da fare invidia a una cineteca: Charlie Chaplin, Gene Kelly, King Kong, Shreck, Liza Minneli, Gollum, Harry Potter, Carmen Miranda, E.T. Judy Garland, Jack Sparrow, Biancaneve, Darth Vader, e molti altri.

Per chi è curioso dirò che Arturo Brachetti, partito con un bagaglio di sei costumi, ora ne possiede più di 350, è l’unico artista capace di coniugare la magia del teatro con l’arte del trasformismo ed è considerato il più grande artista trasformista a livello internazionale. L’unico in grado di interpretare, in un solo spettacolo teatrale, fino a 100 personaggi diversi e di cambiarsi in pochissimi secondi, dalle scarpe alla parrucca. Tanto da meritare il Guinness Book of Records che lo annovera come il più veloce trasformista del mondo.

Il suo precedente one-man show “L’uomo dai mille volti”, è rimasto in cartellone a Parigi per più di 2 anni, battendo ogni record e vincendo il Premio Moliere. Il suo adattamento inglese, Change,  è stato in scena al Garrick Theatre di Londra dal 19 ottobre 2009 al 3 gennaio 2010, ottenendo una nomination per il più prestigioso riconoscimento teatrale londinese, nella categoria Best Entertainment per i Laurence Olivier Awards 2010: un’altra l’aveva ottenuta nel 1983 con Y nella categoria Best New Comedy.

Arturo Brachetti, senza tema di smentita è  un artista di livello internazionale, capace di esibrsi, indifferentemente, in diverse lingue e in centinaia di teatri nel mondo, tanto per la famiglia reale inglese che per Jaques Chirac all’Eliseo. Quando non è in scena dirige spettacoli musicali di varietà ed è abitualmente il regista di tutti gli spettacoli teatrali di Aldo, Giovanni e Giacomo. Promosso a pieni voti dal pubblico che lo ha applaudito con fragorosi applausi  durante e a fine spettacolo.
 

Info:
Teatro degli Arcimboldi
Viale dell’Innovazione, 20 Milano
Dal martedì al venerdì ore 21.00
Sabato ore 16.00 e ore 21.00 Domenica ore 16.00
Biglietti  da euro 25.00 a euro 45,00 (+ prevendita)
Sono previste riduzioni per giovani e gruppi per le repliche di martedì, mercoledì e giovedì.
www.teatroarcimboldi.it

di Sebastiano Di Mauro

23 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook