Teramo: Al Teatro Comunale il primo appuntamento con la stagione di prosa

di Loris Tarli

Teramo, 8 novembre 2011 – Al Teatro Comunale di Teramo si è aperta la stagione di prosa (Primo Riccitelli).

Grande successo di pubblico per la prima serata dedicata all’opera dal titolo “Sogno di una notte d’estate”, che ha fatto registrare la presenza di molte persone, quante la capienza del taetro stesso. Un successo prevedibile per quella che sarà una stagione di prosa con lo scopo di emozionare gli spettatori più degli anni passati.

La prima serata ha visto succedersi sul palco volti noti del luogo e non solo – presenti anche professionisti della recitazione venuti da fuori regione per assistere a quell’arte, che dà emozioni e che solo il teatro può dare! Emozioni ed immaginazioni a loro volta amplificate “ad arte”, è il caso di dire, dalla bravura e dalla professionalità di chi sa cosa vuole e cosa si aspetta l’esigente pubblico.
“Sogno di una notte d’estate” è la storia di due giovani ateniesi, Lisandro e Demetrio, entrambi innamorati della stessa donna – una storia di amori e di odi, che si susseguirà tra i personaggi. Gli eventi saranno condizionati da magie di elfi, che agiranno per volere del Re. Da questa premessa inizia il saggio, che vedrà magie giuste fatte a persone sbagliate, persone che vengono trasformate in animali. Lo sbadato elfo farà innamorare chi si odiava, creando così tra gli attori una dramma, che agli occhi del pubblico viene visto come un susseguirsi di incomprensioni, i quali creano momenti di allegria.
L’opera ha visto susseguirsi e correlarsi più trame, che si andavano ricollegando tra di loro, fino a ricongiungersi perfettamente e creare un sogno nel sogno, o se volete una recita nella recita. In un intreccio che ha dato la senzazione che si stesse partecipando a più di un saggio, in una serata teatrale.
Il saggio “nacque come prova di diploma degli alievi attori dell’accademia nazionale d’arte drammatica” – dice Carlo Cecchi.  In seguito l’opera venne portata avanti in modo egregio e professionale, da giovanissimi attori.

9 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook