La buona musica di Alex Britti live al Foro Italico

La buona musica di Alex Britti live al Foro Italico

alexbrittiUn concerto incredibile quello che ha offerto al pubblico romano Alex Britti al “Centrale live” del Foro Italico. Tre ore di musica in cui il cantante romano ha accompagnato gli spettatori attraverso la sua carriera, in un dialogo con i suoi fan in cui ha saputo far trapelare con semplicità le esperienze e i rapporti umani che sono alla base delle sue canzoni.

Non è stata solo l’occasione per proporre una carrellata dei suoi brani più famosi, da quelli che lo hanno consegnato alla celebrità fino all’ultimo album uscito questo anno dal titolo “Bene così”, ma anche per regalare dei veri e propri inediti, in cui sonorità diverse si fondono tra di loro sotto il segno del blues, che Britti ha saputo intepretare magistralmente con la sua chitarra. In questo è stato aiutato anche dai bravissimi componenti della sua band, che durante il conconcerto non hanno esitato a “rubare” il palco al cantautore con dei pezzi davvero indimenticabili.

Trasversale a tutta la serata è stato il ricordo degli “amici” che Britti ha incontrato nella sua carriera, da quelli che non ci sono più, come Stefano Rosso, a quelli che lo hanno seguito anche sul palco, come il comico romano Dado e Pierdavide Carone. Emozionante è stato anche il duetto tra la chitarra del cantante romano e il sassofono di Stefano Di Battista.

Al centro del concerto è quindi sempre rimasta la buona musica rigorosamente italiana, come Britti ha più volte sottolineato: di quella che sì ha origine dal Mississipi, ma che nondimeno è stata scritta e ideata in Italia, e che non ha paura di parlare la propria lingua. Riscoprendo che anche la propria terra sa ancora far emozionare.

 Daniele Di Giovenale

(Twitter @DanieleDDG)

30 luglio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook