La terra trema ancora in Iran

La terra trema ancora in Iran

terremoto-sud-iranDopo la forte scossa di ieri di intensità 7.8 della scala Richter,  i cui effetti sono sentiti in tutto i Paesi del Golfo e in India, stamatina una nuova scossa di magnitudo 5.7  è stata registrata nel sud dell’Iran, al confine con il Pakistan, nella stessa area già colpita, il cui epicentro è stato localizzato 107 km a est della città di Khash, a una profondità di 68 km. Al momento non si hanno notizie vittime o danni materiali, anche perchè sono zone rurali.
Le Autorità pakistane di Islamabad, attraverso il dipartimento per i Disastri Naturali e l’agenzia d’informazione ‘Xinhua’, fanno sapere che il bilancio del del sisma al confine tra il Paese asiatico e l’Iran al momento è di circa 40 morti e oltre 300 feriti.
Mentre in Iran, dove si è registrato l’epicentro, fonti ufficiali  governative comunicano un solo morto e cinque feriti. Precisando che la vittima è una donna.
Il sito web dell’emittente ‘Press Tv’, nelle ore immediatamente successive al sisma, aveva riferito di almeno 40 morti, contro le notizie  ufficiali che riferivano  di “centinaia di vittime”. In seguito i media della Repubblica Islamica hanno  ridimensionato il bilancio del sisma, tra l’altro il più forte mai registrato nel Paese in 50 anni, affermando che il sisma  è avvenuto ad una profondità di circa 80 km e quindi avrebbe avuto effetti ridotti in superficie.
Come sempre le notizie sono contrastanti per effetto del controllo dell’informazione da parte delle autorità locali in una zona del mondo, dove la democrazia è ancora un miraggio, figuriamoci la libertà di stampa.

Sebastiano Di Mauro
17 aprile 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook