Cina: aumento del 7% delle spese militari

Cina: aumento del 7% delle spese militari
Uomini dell'esercito cinese - Foto: Defense Update

Pechino annuncia un netto aumento delle spese militari per il secondo anno consecutivo. Con più di 140 miliardi di euro, il paese è il secondo al mondo, dietro agli Stati Uniti, in termini di budget militare

PECHINO – Dal Congresso Nazionale del Popolo che si tiene nella capitale è stato annunciato l’aumento del budget militare cinese del 7%per il secondo anno consecutivo. Per il 2017, il paese prevede di spendere più di 1000 miliardi di yuans (ossia 140 miliardi di euro). Di fatto, la Cina ha moltiplicato le proprie spese militari per 10 in quindici anni, con l’intenzione di recuperare terreno sull’occidente.  

D’altronde, come ha fatto notare la BBC, questo annuncio sopraggiunge dopo quello di Donald Trump, il 28 febbraio, che ha chiesto al Congresso un aumento del 10% del budget per la difesa americana, la prima del globo. L’aumento, nella fattispecie, corrisponde a 600 miliardi di dollari.

“Dobbiamo avere la capacità di difendere la nostra sovranità e di premonirci contro le ingerenze esterne”, ha sottolineato alla vigilia del Congresso, il portavoce del governo, Fu Ying, facendo allusioni agli interventi americani guidati dall’amministrazione Obama nel mare della Cina meridionale. Proprio in queste acque, Pechino contende territorio strategici a diversi paesi, come la Malesia, le Filippine e il Vietnam, come ricorda il South Morning Post.

La palla ora passa agli Americani, come ha aggiunto Fu Ying: “Il cambiamento della politica Americana avrà un impatto mondiale e certamente influenzerà le relazioni con la Cina”. L’esercito cinese, le cui truppe sono state fondate più di 30 anni fa, restano nonostante tutto, le prime al mondo in termini di uomini con oltre 2 milioni di militari nelle proprie fila.

[email protected]

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook