USA: la polmonite taciuta di Hillary nel cuore delle polemiche

USA: la polmonite taciuta di Hillary nel cuore delle polemiche
Il momento in cui Hillary accusa il malore a NYC dopo la cerimonia per le vittime dell'11 settembre - Foto: TheSun.co

Hillary Clinton si trova ora in difficoltà dopo le rivelazioni sulla sua polmonite che fornisce al suo rivale repubblicano l’occasione di mettere in dubbio la sua capacità di occupare la Casa Bianca

NEW YORK CITY – Mancano solo due mesi e mezzo alle presidenziali americane del prossimo 8 novembre e Hillary Clinton è prossima a compiere 69 anni. Il malore che ha accusato durante la cerimonia commemorativa dell’11 settembre e le relative polemiche che circondano la scelta del suo staff di aver omesso la sua malattia, complicano la sua situazione. Resta difficile analizzare le conseguenze della sua malattia nella campagna elettorale. Tuttavia, la polmonite può essere difficile da combattere.

L’ex segretario di Stato ha già deciso di annullare uno spostamento previsto per oggi nello Stato della California, dove era attesa anche per una raccolta fondi. Trump, in un primo momento si è limitato ad osservare l’accaduto in silenzio per poi esprimersi attraverso la FOX News, dichiarando che spera di vedere Hillary Clinton tra due settimane per il primo dibattito.

“Spero che si rimetterà presto. Non so cosa stia succedendo”, ha detto il tycoon della grande mela con tono decisamente riservato. Il magnate immobiliare ha riconosciuto quanto sia importante la salute di un candidato alla Casa Bianca e per questo motivo ha deciso di pubblicare il suo stato di salute e relativo bollettino medico prossimamente. “La settimana scorsa ho passato degli esami e pubblicherò i risultati”, ha affermato.

Domenica mattina, l’ex First lady aveva lasciato precipitosamente una cerimonia di omaggio alle vittime dell’11 settembre per disidratazione e per un colpo di calore. Un testimone l’ha ripresa di spalle, Hillary vacilla e perde l’equilibrio, le gambe tremano ed è incapace di salire a bordo del suo veicolo senza il sostegno delle due guardie del corpo che l’accompagnano. Un video dalla portata catastrofica per l’immagine della candidata. La Clinton è apparsa qualche ora dopo sorridente dichiarando di sentirsi bene.

In seguito a qualche ora di silenzio dello staff sull’accaduto, il team Clinton ha pubblicato un comunicato personale della candidata democratica che dichiarava di essersi reidratata ma di essere sotto trattamento di antibiotici per una polmonite. Una situazione diagnostica due giorni prima. Un fatto che non può passare inosservato e che mina fortemente la credibilità della Clinton già in discussione per il caso delle email durante il suo mandato di segretario di Stato.

Donald Trump, 70 anni, accusa la rivale di non avere abbastanza energie. Altri repubblicani insinuano che sia malata. Fino ad oggi, Hillary Clinton si è rivelata più trasparente del suo avversario repubblicano pubblicando nel giugno del 2015 una lettera di due pagine del proprio medico. La lettera descrive i farmaci che assume, tra i quali ci sono anticoagulanti e antistaminici contro le allergie stagionali.

Non è la prima volta che Hillary accusa un malore. Questa foto testimonia un'altra situazione in cui da segretaria di Stato accusò un simile malore - Foto: universalfreepress.com
Non è la prima volta che Hillary accusa debolezza fisica in pubblico. Questa foto testimonia un’altra situazione in cui da segretaria di Stato accusò un simile malore – Foto: universalfreepress.com

L’ex capo della diplomazia americana è stato vittima di trombosi nel 1998 e nel 1999 così come di una commozione cerebrale nel 2012, dopo una caduta causata da disidratazione.  Vedeva doppio per due mesi e Bill Clinton ha dichiarato che servirono sei mesi per vederla completamente riabilitata.

I suoi difensori sostengono che il giorno della sua diagnosi, ha partecipato a due appuntamenti di raccolta fondi, una riunione sulla sicurezza nazionale e una conferenza stampa, oltre a un’intervista. Sabato ha nuovamente partecipato a un’altra raccolta fondi. La prova inconfutabile per i suoi, che Hillary sia una forza della natura.

Insomma, la salute è fondamentale per tutti, figuriamoci per chi aspira a diventare la guida del paese più potente del mondo. Certo, questo episodio non giova certamente a favore dell’immagine pubblica di Hillary che deve già combattere gli stereotipi legati alla figura femminile. Per molti è quasi impossibile vedere una donna alla Casa Bianca per altri si può fare, ma se poi esce pubblicamente una debolezza fisica, la situazione si fa complicata.

([email protected])

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook