Francia: 2 genitori protestano su una gru per rivedere i propri figli

L’uomo sulla gru da venerdì mattina è stato raggiunto da un suo compagno nella medesima situazione per compiere una doppia azione simbolica. Adagiato sulla gru di un ex cantiere navale di Nantes, Serge Charnay chiede di vedere il proprio figlio. Questo padre che si proclama come privato del proprio figlio ora conduce la sua protesta in compagnia di un compagno, Nicolas Moreno, padre di due bambini la cui custodia è stata affidata alla madre.

 

“ Un azione di solidarietà per tutti i padri che vogliono occuparsi dei propri figli ingiustamente tolti dalla giustizia”, ha dichiarato ai media locali la madre di uno dei due uomini impegnati nella protesta. “Padre in collera, padre solidale”, queste le parole che si potevano leggere sulla seconda gru occupata da Nicolas Moreno. Venerdì, Serge Carnay, aveva anch’egli preparato un messaggio che recitava “Benoit, 2 anni senza il padre”, riferendosi a suo figlio che non vede da due anni.

Serge Charnay non vede infatti il proprio figlio da almeno un biennio e ha perso l’autorità parentale su di lui in seguito alla condanna emessa dal sistema giudiziario. Delle negoziazioni sono iniziate nella sera di venerdì con l’intento di convincerlo a scendere ma senza risultati almeno per ora. “Gli abbiamo presentato una richiesta che può depositare alla giustizia , che può accogliere un udienza il 28 marzo, che è un tempo estremamente rapido”, ha spiegato il prefetto. I magistrati si sono mobilitati per cercare di migliorare la situazione come riferito dal rappresentante di Stato francese.

Questo episodio è solo uno dei tanti che rappresenta la difficile condizione nella quale sono costretti a convivere troppi padri ingiustamente privati della possibilità e del diritto naturale di vedere i propri figli. In questo senso il sistema giudiziario e l’applicazione della legge troppo spesso risultano eccessivi. 

Manuel Giannantonio
16 febbraio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook