Stati Uniti: John Kerry nuovo segretario di Stato

John Kerry sarà il prossimo segretario di Stato americano. L’ex candidato sfortunato alle elezioni presidenziali negli Stati Uniti nel 2004, cinque volte eletto al Senato, dovrà prendere le proprie funzioni in settimana. La sua nomina da parte di Barack Obama è stata effettivamente approvata all’unanimità lunedì dalla Commissione degli affari esteri del Senato e successivamente dagli stessi Senatori. Gli eletti si sono pronunciati in suo favore con 93 voti contro i 3 voti contrari dei repubblicani JohnCornyn, Ted Cruz, entrambi del Texas, e James Inhofe, dell’Oklahoma. Tre senatori non hanno preso parte al voto.

Questo nativo di Denver, laureato a Yale, francofono e veterano della guerra del Vietnam, medagliato per questo motivo con la US Navy, prima di diventarne uno dei suoi portavoce ufficiali è anche in possesso di una fortuna che si aggira intorno ai 200 milioni di dollari. E sposato con la filantropa Teresa Heinz, vedova dell’ereditario del marchio Heinz, la noto marca di Ketchup. Kerry è padre di due bambini.

John Kerry dunque succederà la segretaria di Stato uscente Hillary Clinton, 65 anni. L’ex candidata sfortunata nelle elezioni del 2008 sembra vicina al prendere in considerazione l’ipotesi della pensione. In una recente intervista alla National Public Radio ha infatti ammesso di voler ritirarsi e rallentare il ritmo intenso al quale è stata sottoposta ultimamente. Ha inoltre dichiarato di voler scrivere e lavorare alle relazioni tra le mogli e le figlie e di voler lavorare con il marito sugli interessi della loro fondazione.  

Nel corso di un intervista concessa insieme al Presidente Barack Obama per la trasmissione “60 Minutes” della CBS, la segretaria di Stato uscente ha riconosciuto di subire ancora le conseguenze della commozione cerebrale che l’ha colpita lo scorso dicembre in seguito a una trombosi. Ha anche specificato che era a causa di questi effetti indesiderati  che indossa gli occhiali ultimamente. 

Hillary Clinton si è recata in 112 paesi in quattro anni. Secondo la stima della CNN ciò comporterebbe 400 giorni di viaggio e 1,3 milioni di chilometri. Un record assoluto per la sua carica. Risulta dunque comprensibile lo stato di affaticamento di una donna della sua età che molti comunque sospettano possa candidarsi alle presidenziali del 2016 o addirittura come nuovo sindaco della grande mela al post di Michael Bloomberg, attuale sindaco di New York. 

 

Manuel Giannantonio

31 gennaio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook