Giappone: ancora disperso il bambino abbandonato nel bosco per punizione

Giappone: ancora disperso il bambino abbandonato nel bosco per punizione
In basso a destra: Il piccolo Yamato Tanooka - Foto: The Sun

Quello del Sol levante è un paese distante da noi in termini di tradizioni, usi e costumi. Quello che ha fatto una coppia di genitori giapponesi, però, resta lontanamente concepibile sia per noi, sia per i giapponesi stessi. Genitori che hanno deliberatamente abbandonato il figlio sabato scorso in un bosco per punizione. Di lui si sono perse le tracce

HOKKAIDO  – Yamato Tanooka, 7 anni, è scomparso sabato scorso. Da allora, i soccorsi si concentrano nella zona della foresta dell’isola di Hokkaido nel nord del Giappone, proprio dove Tanooka è stato lasciato dai suoi genitori. La stampa locale riferisce dell’impiego di 75 uomini dell’esercito di autodifesa. In totale, più di 200 persone sono state mobilitate per tentare di rintracciarlo. Un perimetro di oltre 15 km è già stato perlustrato, senza nessun risultato.Un cacciatore della zona è stato sollecitato a partecipare quando sono state ritrovate impronte di orso fresche nella zona delle ricerche come riporta l’agenzia Jiji news.

Con il passare delle ore e dei giorni, ovviamente le speranze si affievoliscono. Inoltre, la pioggia abbondante di martedì sera inquieta i soccorritori. Il ragazzo era vestito con un jeans e una maglietta, le temperature in questa zona possono raggiungere i 7°C di notte. Mitsuru Wakayama, un rappresentante della località di Nanane (luogo delle ricerche), ha espresso la sua preoccupazione circa la sorte del giovane ragazzo in queste zone “dove passano poche persone e poche macchine” e dove non è “così raro” incontrare orsi.

Sabato, Yamato Tanooka, sua sorella e i loro genitori passeggiavano alla ricerca di piante commestibili, finché i suoi genitori non si sono arrabbiati perché tirava sassi alle machine e ai passanti, ha riportato la polizia giapponese alla stampa locale. Percorrendo il tragitto di ritorno lo hanno abbandonato nella foresta. Dopo aver guidato per 500 metri hanno detto di essere tornati indietro ma “il ragazzo non era più nella zona”. Per ora neanche i cani hanno ritrovato le sue tracce. In molti iniziano a nutrire dubbi sulle circostanze dell’abbandono del ragazzo.

Il caso tiene il Giappone con il fiato sospeso e i giornali locali informano il pubblico di ora in ora sullo stato delle ricerche. Nel frattempo in rete, la gente ha già etichettato questi genitori “come i peggiori dell’universo”. Loro hanno dichiarato: “Abbiamo fatto qualcosa di imperdonabile a nostro figlio”.

([email protected])   

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook