EgyptAir: aggiornamenti sullo schianto del volo MS804

EgyptAir: aggiornamenti sullo schianto del volo MS804
Resti del volo MS804 della EgytpAir - Foto: NBC

Le squadre di ricerca del volo EgyptAir MS804 indicano di aver recuperato effetti personali dei passeggeri e detriti dell’aereo nelle acque del mediterraneo. L’inchiesta riporta che un sistema d’emergenza si è attivato all’interno dell’aereo. Tra quattro settimane le scatole nere si spegneranno

IL CAIRO – Sedili, resti umani, bagagli: le prime tracce del volo EgyptAir Parigi – il Cairo sono stati recuperati dall’esercito e dalla marina egiziana come ha dettagliato il sito egiziano Al Ahram online.Questi elementi sono stati localizzati nel nord della città di Alessandria. Delle squadre di alcuni paesi tra i quali Stati Uniti, Francia e Grecia si sono mobilitate venerdì 21 maggio congiuntamente alle autorità egiziane. Il giornale egiziano riporta che un satellite dell’Agenzia spaziale europea “ha recuperato un’immagine con una macchia nella zona dove l’aereo è scomparso che potrebbe essere carburante”.

Alcuni detriti del velivolo recuperati dalla marina militare egiziana e il dolore di alcuni parenti delle vittime – Foto: Telegraph

L’inchiesta prosegue mentre la stampa americana attraverso la CNN cita una fonte egiziana secondo la quale “ci sarebbe stato un allarme fumo nei pressi della cabina di pilotaggio nei minuti che hanno preceduto lo schianto”. Questa informazione è stata confermata nella mattinata di sabato 22 maggio dal BEA (Ufficio Investigativo Francese). Il Wall Street Journal ha scritto “Dei messaggi automatici sono stati emessi dall’aereo. Indicavano che un sistema di controllo dell’aereo fosse in default”.

Infografica: La Repubblica.it

Secondo gli esperti intervistati dalla CNN, l’allarme “non significa che ci fosse un incendio a bordo e nemmeno che l’equipaggio se ne sia accorto, poiché questi allarmi sono trasmessi automaticamente” [dal sistema di comunicazione dell’aereo, ndr].

Questi recenti elementi non permettono di privilegiare nessuna ipotesi sulle cause del drammatico incidente. Tuttavia, Al Ahram evoca la pista di un attentato “legato al sedicente Stato islamico che ha rivendicato ad ottobre la distruzione di un aereo russo che effettuava una rotta commerciale, uno schianto nel Sinai che ha provocato la morte di 224 persone.

([email protected])

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook