Quello che sappiamo dell’AirbusA320 dell’EgyptAir

Quello che sappiamo dell’AirbusA320 dell’EgyptAir
Un aereo della EgyptAir all'aeroporto Roissy Charles de Gaulle il 19 maggio 2016 - FOTO CHRISTIAN HARTMANN/REUTERS

Un volo di linea della EgyptAir partito da Parigi nella notte è sparito dai radar al largo delle coste egiziane. Le immediate ricostruzioni dettagliano la scomparsa dei contatti con l’aereo alle 2:30. Al momento le informazioni sono frammentarie e si rincorrono rendendo difficile la costruzione di quanto accaduto

PARIGI – Un Airbus A320 della compagnia EgyptAir, partito dall’aeroporto Charles de Gaulle di Parigi è sparito dai radar mentre si trovava nello spazio aereo egiziano. Secondo l’esercito greco, si è schiantato nei pressi dell’isola di Karpatho.

La compagnia aerea ha annunciato di aver perso tutti i contatti con l’Airbus a circa 2H30mn da Parigi. L’aereo si trovava nello spazio aereo egiziano già da 16 chilometri come riporta il The Guardian. “Non ci sono informazioni su cosa sia potuto accadere a bordo”, ha scritto il quotidiano britannico.

A bordo si trovavano 56 passeggeri (tra i quali due ragazzi e due bambini) e 10 membri dell’equipaggio. Delle 66 persone a bordo, si contano 30 egiziani e 15 Francesi, un Britannico, un Canadese, un Belga, un Portoghese, un Algerino, un Sudanese, due Iracheni, un Saudita, un Kuwaitiano, e un cittadino del Chad. La compagnia aerea precisa che l’aereo, costruito nel 2003, era al suo quinto volo quel giorno. Il pilota aveva all’attivo 6 275 ore di volo, delle quali 2 101 su un Airbus A 320.

Il New York Times cita Ehab Mohy El-Deen, che dirige l’autorità di navigazione aerea egiziana indica che sono stati i controllori greci ad annunciare ai loro omologhi egiziani che hanno perso i contatti con l’aereo. “Non hanno chiamato aiuto né perso quota. Sono semplicemente spariti”, ha precisato.

Il sito greco Kathimerini afferma che “una nave commerciale greca ha visto un’esplosione nel cielo al largo dell’isola di Karpathos”. EgyptAir precisa che un dispositivo d’emergenza dell’aereo ha emesso un segnale che è stato ricevuto due ore dopo che l’aereo è sparito dai radar.  Il sito Flight Radaar24 ha postato su Twitter una mappa con la geolocalizzazione dell’ultima posizione rilevata dell’aereo.  L’esercito Greco ha indicato nel pomeriggio che dei detriti sono stati scoperti al largo dell’isola greca di Creta. Potrebbero probabilmente appartenere all’Airbus.

Il presidente francese ha espresso la sua “solidarietà” alle famiglie delle vittime. Ha sottolineato che “ogni sostegno sarà messo a disposizione delle autorità greche ed egiziane”. Gli inquirenti stanno valutando ogni eventualità e non scartano la possibilità di un attacco terroristico. Una possibilità da prendere in considerazione non fosse altro per il fatto che proprio la Francia (da dove è partito l’aereo) è uno degli obiettivi sensibili dei terroristi.

mappa dei soccorsi attivati per ritrovare l’Airbus scomparso. Infografica: The Guardian

François Hollande ha dichiarato che nessuna ipotesi è stata scartata. ”Se l’equipaggio non ha inviato un messaggio di allerta significa che l’evento è stato molto, molto brutale”, ha stimato Jean Paul Troadecm l’ex direttore dei servizi di analisi per la sicurezza dell’aviazione francese.

“Un problema tecnico abitualmente, un incendio, un problema al motore non produce l’incidente istantaneo e l’equipaggio ha il tempo di reagire. Qui, l’equipaggio non ha reagito, non ha detto niente. Si tratta di evento brutale, possiamo effettivamente pensare a un attentato”, ha aggiunto. Chérif Fatih, ministro dell’aviazione civile egiziana, ha stimato che sia probabile che si tratti di un attentato che un problema tecnico dell’aereo.

 

Nella capitale francese è stata attivata un’unità anticrisi. Le famiglie delle vittime sono state accolte nell’Hotel Mercure dell’aeroporto Charles de Gaulles, sotto il controllo delle forze dell’ordine. I famigliari sono accolti e presi in carica da medici e psicologi.

Le autorità egiziane tentano ugualmente di far fronte alla drammatica situazione. La compagnia EgyptAir ha messo in atto un numero di emergenza per dare modo ai famigliari di ottenere maggiori informazioni: 00202 2598 9320. Una pratica messa in atto anche dal governo transalpino: 0033 1 43 17 55 95.

(Twitter@ManuManuelg85)

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook