USA: viglia del Super Tuesday in Indiana

USA: viglia del Super Tuesday in Indiana

Il tycoon repubblicano Donald Trump è favorito nello Stato dell’Indiana così come la Clinton per i democratici. Se Trump vince non ci saranno davvero più ostacoli per la nomination repubblicana.

Le primarie americane sono giunte a un punto fondamentale. I risultati delle elezioni nella grande mela hanno visto trionfare Hillary Clinton e Donald Trump. Fino a qualche mese fa, il senatore democratico del Vermont Bernie Sanders, e il rivale texano di Trump Ted Cruz sembravano rappresentare ostacoli di un certo spessore. Oggi, alla luce dei recenti risultati, soprattutto quelli chiari in Connecticut, nel Rhode Island, in Pennsylvania, nel Delaware e nel Maryland, il clima di incertezza politica si è progressivamente dissolto. Ora, appare chiaro che Clinton e Trump sono i grandi favoriti per i rispettivi partiti e con grande probabilità saranno loro a contendersi la Casa Bianca.

“Nell’Indiana, glia avversari di Trump si preparano a una sconfitta devastante”, titola oggi l’autorevole The New York Times. Le primarie repubblicane di questo Stato del midwest potrebbero in effetti comportare un colpo fatale per chi è deciso ad interrompere la sua corsa.

Agli occhi di numerosi repubblicani, l’Indiana è “l’ultimo ostacolo sulla strada di Trump” spiega il Washington Post. Gli ultimi sondaggi gli danno un netto vantaggio e secondo la NBC News e il Wall Street Journal, Donald Trump ha 15 punti di vantaggio sul senatore Ted Cruz, il suo rivale.

Per quest’ultimo, lo Stato dell’Indiana rappresenta un “test decisivo”, spiega il New York Times. Cruz non è più in grado di raggiungere Trump nella corsa all’investitura, ma spera di impedirgli di ottenere una maggioranza assoluta dei delegati che voteranno alla convention nazionale del partito a luglio. Se Donald Trump si impone, questo obiettivo sarà difficilmente perseguibile.

Lo stesso Trump, abituato a uscite senza mezze misure, ha sentenziato durante un meeting ieri: “Se vinciamo in Indiana è finita. Sono fuori dai giochi”,

([email protected])

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook