Stati Uniti: Hillary Clinton sollecita l’Europa a risolvere la crisi

Gli Europei devono accordarsi per regolare la crisi dell’euro e stimolare la crescita e il lavoro. A qualche giorno dalla sua ultima tournée in Europa in qualità di segretaria di Stato americano, Hillary Clinton mette pressione sul vecchio continente senza dimenticarsi degli Stati Uniti dichiarando che l’economia del paese è attualmente in buona salute. “Spero che continueremo a lavorare per trovare un mezzo che possa farci progredire rendendo più forti i legami commerciali che ci uniscono”, ha dichiarato Hillary Clinton, “è un obiettivo strategico maggiore della nostra alleanza atlantica”.

 

Nelle sue dichiarazioni come è evidente la segretaria di Stato non affronta il discorso di un aiuto significativo per l’Europa dichiarando a tal proposito che “ Non dobbiamo immischiarci nella politica europea. E un problema che richiede soluzioni europee”. Ha inoltre aggiunto successivamente che per rafforzare i legami politici, ogni uno deve costruire solide fondamenta nel proprio paese. 

“C’è un proverbio che dice: se volete andare veloci andate veloci, ma se volete andare più lontano, andateci insieme”, e sembra proprio essere questa la soluzione che Hillary Clinton propone per ottenere migliorie nelle relazioni che legano il vecchio continente agli Stati Uniti d’America. Certamente puntare il dito e criticare la delicata situazione europea non sembra essere un buon rimedio, aspettiamo dunque di vedere cosà proporrà la Clinton nella sua visita ufficiale in Europa. 

Manuel Giannantonio
30 novembre 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook