Camerun e Pakistan, nuovi attacchi, 25 morti

Camerun e Pakistan, nuovi attacchi, 25 morti

Camerun e Pakistan nel mirino dei terroristi. Nella giornata di oggi si sono verificati due attentati il cui bilancio, ad ora, è di oltre 25 morti. Quindici persone sono morte in Pakistan, questa mattina, in seguito ad un attentato kamikaze nei pressi di un centro antipolio di Quetta, capoluogo della provincia del Baluchistan.

Stando alle fonti locali, un kamikaze si è fatto esplodere in un’area attualmente sorvegliata dalle forze dell’ordine, uccidendo 15 persone e ferendone 10, di cui alcune gravemente; l’attacco è stato rivendicato da alcuni talebani pachistani e il bilancio delle vittime è ancora provvisorio. Muhammad Khurassani, portavoce del gruppo armato del Tehrik e Taliban Pakistan, ha dichiarato attraverso un messaggio su twitter : “Un’unità speciale del Ttp ha messo a segno con successo la sua azione a Satellite Town di Quetta causando numerosi morti e feriti”. Mentre la conferma dell’attacco di stampo terroristico in Pakistan arriva dal ministro dell’Interno del Baluchistan, Mir Sarfaraz Bugti, il Camerun è diventato scenario di altri due attentati. Due donne kamikaze si sono fatte esplodere in una moschea nei pressi del confine nigeriano, uccidendo dieci persone. L’attacco è avvenuto nella città di Kolofata e, stando a quanto dichiarato dal governatore regionale Midjiyawa Bakari, si pensa che le kamikaze, provenienti dalla Nigeria, avessero attraversato il confine qualche giorno fa.

Il Camerun è uno dei cinque paesi che forniscono truppe ad una forza regionale che combatte la formazione terroristica affiliatasi l’anno scorso all’Isis, e da sei anni è soggetto ad attacchi da parte del gruppo terroristico islamico nigeriano Boko Haram, che ha sterminato diverse migliaia di persone in Nigeria e paesi confinanti.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook