Stati Uniti: Joe Biden attacca Paul Ryan

Joe Biden, il vice presidente democratico degli Stati Uniti, è passato all’attacco contro il repubblicano Paul Ryan, sui temi dell’aborto e della politica estera, tema poco affrontato dal Team Romney, all’indomani di un dibattito teso tra democratici repubblicani.

A meno di quattro settimane dalle elezioni presidenziali del 6 novembre negli Stati Uniti, Joe Biden si è sforzato mercoledì di far dimenticare la passività dimostrata da Obama durante lo scontro televisivo che lo ha opposto al suo avversario repubblicano per il posto alla Casa Bianca di Washington D.C, moltiplicando gli attacchi contro il suo giovane avversario repubblicano.

 

Nel corso di uno spostamento nello Stato di Paul Ryan, il Wisconsin, Joe Biden ha di nuovo colpito il tema del diritto all’aborto del candidato repubblicano alla vice presidenza. 

“Se qualcuno ha dei dubbi su quanto è in gioco con queste elezioni, circa il soggetto dei diritti delle donne, sono sicuro che li ha chiariti ieri sera”, ha detto Joe Biden accompagnato dalla consorte Jill, di fronte ad una folla di circa 2000 persone.

Il vice presidente ha messo in dubbio la volontà del tandem repubblicano di rispettare il piano di ritiro delle truppe americane in Afghanistan fino al 2014, messo in atto con orgoglio dall’amministrazione Obama. Secondo un recente sondaggio di Reuters pubblicato nella serata di venerdì quasi un terzo degli elettori iscritti a uno dei due grandi partiti, e un terzo di indipendenti non ha saputo indicare un vero vincitore. Il sondaggio conferisce inoltre un leggero vantaggio a Joe Biden che ha ottenuto il 42% delle preferenze degli elettori iscritti, contro il 35% delle preferenze ottenute dal suo avversario.

Il dibattito ad ogni modo è stato meno seguito di quello della settimana scorsa che opponeva Obama   a l’ex governatore del Massachusets. Il candidato repubblicano ha reso omaggio alla perfomance del suo collaboratore Romney nel corso di un meeting che si è svolto nell’Ohio. “Aveva l’aria di un uomo che si è mostrato intelligente posato e rilassato. C’era sulla scena una persona che preferiremo avere in caso di crisi”.

Il count down per le elezioni dunque procede inesorabilmente e porta con sé alcune novità prima del grande giorno. Il quadro attuale conferisce a Romney un recupero importante nei confronti del presidente uscente, soprattutto in virtù del primo dei tre dibattiti televisivi che lo oppongono al suo avversario. L’elettorato americano sembra essere equilibratamente diviso e la situazione ora sembra più che mai indecisa. Ogni mossa da qui in avanti potrà avere un peso importante nelle ricerca delle vittoria finale. Gli americani aspettano di vedere come si comporterà Obama nel prossimo scontro televisivo curiosi di vedere se sarà in grado di recuperare la pessima figura fatta la settimana scorsa.

Manuel Giannantonio

13 ottobre 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook