Stati Uniti: Netanyhau e il suo discorso pittoresco

Il discorso del Primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu sulla minaccia nucleare iraniana presso le Nazioni unite di giovedì 27 settembre non lascia certamente indifferenti. A lasciare il segno effettivamente non è un suo attacco nei confronti dell’Iran e del suo programma atomico con la conseguente minaccia nucleare ma si tratta nello specifico di una messa in scena particolare per speigare la minaccia iraniana.

 

Netanyahu ha presentato alla platea uno schema di una bomba nucleare prima di usare un pennarello rosso e tracciare una linea.

Il Los Angeles Times indica che Netanyahu spiega che da qui all’anno prossimo, l’Iran potrebbe aver arrichito il livello di uranio in modo tale da poter fabbricare un arma nel giro di qualche mese, forse settimane. La sua linea rossa infatti è stata tracciata proprio sotto la “fase finale”.

Il Guardian invece riporta che “nel corso del discorso all’Assemblea generale dell’ONU, il Primo ministro israeliano ha addottato il ruolo di un professore di scienze delle elementari parlando a una classe particolarmente debole”. Il Journal indica che le reazioni al discorso lo hanno indubbiamente indispetito. Mentre l’autorevole Wall Street Journal ha recensito i tweet particolarmente ironici nei confronti della presentazione effettuata dal Primo ministro israeliano. Diverse foto sono state abilmente manipolate tra le quali un Bob Dylan nel clip di Subterranean Homesick Blues e di Peter Sellers che tengono in mano il schema di Netanyahu.

Il Wall Street Journal ricorda che il premier israeliano non è il primo a presentare un’illustrazione alle Nazioni Unite si ricorda infatti Adlaj Stevenson che mostrò fotografie dei missili cubani nel 1962 e Hugo Chavez che mostrò un libro mentre nel 2003 Colin Powell affermò che l’Iraq possedeva armi di distruzione di massa sostenendo questa tesi con l’ausilio di fotografie. Qui sotto alcuni commenti rilasciati da utenti di tweeter che si esprimono su quello che nelle ultime ora è senz’altro diventato un fenomeno dilagante in rete.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook