USA: prigioni affollate, lo zio Sam svuota le carceri

USA: prigioni affollate, lo zio Sam svuota le carceri

Per ridurre la sovrappopolazione carceraria, gli Stati uniti hanno deciso di liberare anticipatamente migliaia di carcerati. Seimila, è questo il numero dei detenuti all’interno delle carceri federali che sono stati liberati anticipatamente tra il 30 ottobre e il 2 novembre negli Stati Uniti. Un campione di condannati per reati minori collegati sostanzialmente alla droga (consumatori – spacciatori)

WASHINGTON D.C – “Si tratta della più importante liberazione di prigionieri federali”, ha ricordato l’autorevole The Washington Post. Una decisione compiuta dall’ex ministro della giustizia Eric Holder e dalla Commissione delle pene per “lottare contro la sovrappopolazione carceraria, ma ugualmente per modificare le pesanti condanne pronunciate in questi ultimi trent’anni per detenzione di stupefacenti”. Tutti gli Stati federali, sono coinvolti in questa disposizione, come precisato dal quotidiano: “Il Texas con 578 liberazioni, seguito dalla Florida e l’Illinois che hanno rispettivamente liberato 295 e 253 detenuti”. Infine, circa un terzo dei detenuti sono stranieri (spesso senza documenti) e rischiano conseguentemente e spesso irrimediabilmente di essere espulsi una volta scarcerati.

Grafico: Left

LE 10 COSE CHE FORSE NON SAI SULLE PRIGIONI AMERICANE

1) Un Americano su 100 è in galera. Sostanzialmente 2,3 milioni di persone in tutto il paese

2) La popolazione americana rappresenta il 5% della popolazione mondiale ma hanno un quarto dei detenuti del mondo

3) La popolazione carceraria è aumentata del 705% dal 1973

4) Il 40% dei detenuti sono afroamericani. “Potete ingannare tutti per qualche tempo e qualcuno per sempre”: così inizia il famoso aforisma di Abraham Lincoln sulla democrazia. Ed è proprio questo il punto. Purtroppo, le disuguaglianze sociali negli Stati Uniti sono enormi e poco o nulla sembra essere cambiato, nonostante la storica elezione del primo presidente afroamericano della storia del paese

5) Della popolazione americana tra i 20 e i 34 anni, una persona su nove è in prigione

6) Ci sono più afroamericani dietro le sbarre oggi che schiavi nel 1850. Un dato che emerge drasticamente la realtà dei fatti

7) È possibile fare carcere a vita per un furto maggiore di 100 dollari. Se vi recate negli States tenete le mani in tasca

8) Le prigioni costano al governo americano 40 milioni di dollari all’anno

9) 4 prigionieri su dieci tornano dietro le sbarre nei tre anni che susseguono la loro liberazione

10) Ci sono più malati mentali in carcere che negli ospedali

LA DIFFICILE VITA NELLE PRIGIONI AMERICANE – GUARDA IL DOCUMENTARIO DI NATIONAL GEOGRAPHIC:

([email protected])

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook