Stati Uniti: dopo l’incontro con Obama muore di crisi cardiaca

La tournée elettorale in autovettura dell’attuale presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, si è conclusa venerdì con un dramma: la proprietaria di un ristorante dell’Ohio, qualche ora dopo aver accolto nel suo locale il presidente, è morta in seguito ad un arresto cardiaco. Obama ha espresso immediatamente le sue condoglianze alla famiglia, come indicato dalla Casa Bianca.

Harris, 70 anni proprietaria del ristorante “Annis Place” nella città di Akron nello Stato della Pennsylvania si è detta presa da forti vertigini ed è stata immediatamente trasportata all’ospedale dove il suo decesso è stato dichiarato in seguito ad un arresto cardiaco, come riportato dal quotidiano Akron Beacon Journal sul suo sito internet. Qualche ora prima Obama, che aveva concluso in Pennsylvania la sua tournée elettorale di due giorni, aveva fatto colazione nello stabilimento di Josephine Harris, e l’aveva incontrata. Il portavoce degli Stati Uniti, Jay Carney, ha indicato ai giornalisti nell’Air Force One in volo verso la capitale che il presidente aveva telefonato dall’aereo. “Il presidente ha espresso il suo dolore e le sue condoglianze. E molto triste. E stato onorato dell’incontro di questa mattina e ha detto alla figli di Josephine che pensava a tutti i membri della famiglia e pregava per loro” ha aggiunto Jay Carney.  

Manuel Giannantonio

7 luglio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook