Alexis ‘il greco’ vince ancora

Alexis ‘il greco’ vince ancora

ATENE – “Siamo troppo duri per morire, anche se siamo stati presi di mira da tanti”. Alexis Tsipras ha rivinto le elezioni in Grecia e -mai come oggi- somiglia ad un altro Alexis, un altro greco, Zorba il greco, per l’appunto: ottimista e pieno di energia com‘era il personaggio dell’omonimo romanzo di Nikos Kazantzakis.

Questa è la vittoria del popolo ha sottolineato Tsipras, di chi sogna un domani migliore”. “Voglio ringraziarvi dal profondo del mio cuore – ha detto Tsipras – per questa grande vittoria. E’ stata una battaglia difficile ma abbiamo avuto ragione. Grazie ai giovani per questa battaglia. Il popolo greco ci ha dato un mandato chiaro per i prossimi quattro anni: dobbiamo chiudere con tutto quello che ci tiene inchiodati a ieri. Syriza è dura a morire. Da domani cominciamo la grande battaglia per cambiare i rapporti in Europa. Da domani lavoriamo duramente, per una Grecia dell’uguaglianza e della giustizia sociale, per il bene del nostro Paese”.

I dati dello spoglio (non ancora definitivi) designano Syriza vincitore con il 35,5%, seguita da Nuova Democrazia al 28 %. Al terzo posto i filonazisti di Alba Dorata che si fermano al 7%. Le elezioni di oggi (le quinte in sei anni) sono state caratterizzate dalla più bassa affluenza alle urne da dopo il dopoguerra (51,75%) .

Sarà ancora una volta Anel, il partito indipendente di destra, ad affiancare Tsipras al Governo. Su palco con lui infatti c’era anche Panos Kammenos, leader degli indipendentisti. 

Tsipras si era dimesso lo scorso 20 agosto rimettendo in mano agli elettori la possibilità di riconfermarlo dopo le trattative al tavolo di Bruxelles che hanno ridisegnato la regolamentazione fiscale del Paese ellenico.

Adesso però la sua posizione politica acquista maggiore forza in vista di un nuovo confronto con il tavolo Europeo. L’unico rischio che corre è quello da cui -in situazioni come quella greca- non si scappa: il possibile fallimento. Proprio come Zorba, che rivolgendosi al suo amico Basil gli dice che il tentativo di recuperare la miniera è stato “un disastro, seppur bellissimo”.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook