Turchia: arrestati due giornalisti britannici sospettati di collaborazione con i terroristi

Turchia: arrestati due giornalisti britannici sospettati di collaborazione con i terroristi

Due giornalisti britannici sono detenuti in una cella di un tribunale nel sud est della Turchia. Amnesty international evoca la loro liberazione

 


DIYARBAKIR – Un tribunale della città di Diyarbakir, nel sud est turco, ha deciso di tenere in detenzione due giornalisti di Vice News, arrestati la settimana scorsa con l’accusa di “attività terrorista”. I due giornalisti e il loro traduttore iracheno sono stati accusati di “partecipare ad attività terroriste” per l’ISIS mentre un quarto sospettato, l’autista, è stato liberato.

Attraverso un comunicato pubblicato proprio da Vice News, Amnesty international ha stimato che è legittimo che i giornalisti coprono notizie circa lo Stato islamico. La decisione di mantenere detenuti i due è pessima, quanto l’accusa di sostegno nei confronti dell’ISIS. Affermazioni giudicate dall’Ong prive di fondamenta e scandalose.

Di Manuel Giannantonio
([email protected])
31 agosto 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook